Focus

ATP conciliativo ed altri profili processuali della legge 24/2017 sulla nuova responsabilità sanitaria

27 Ottobre 2017 |

Responsabilità medica contrattuale e/o extracontrattuale

Sommario

L'ATP obbligatorio | La competenza è del Presidente del Tribunale o del giudice della causa di merito? | Chi va nominato come consulente? E quanti nominarne? E c'è nullità relativa se ne viene nominato solo uno? | Quali vantaggi ha la mediazione rispetto all'ATP preventivo quale condizione di procedibilità e quali l'ATP rispetto alla mediazione? | Per quali cause occorre l'ATP? | Cosa succeda se il termine semestrale per l'espletamento dell'ATP non viene rispettato? | Come e quando va rilevata l'improcedibilità della domanda per mancato esperimento dell'ATP? | Cosa materialmente accade nelle cinque diverse possibili situazioni processuali ipotizzabili? | Occorre la presenza personale delle parti nell'ATP conciliativo? | Vi è litisconsorzio necessario nell'ATP? E su chi grava l'eventuale onere della relativa chiamata in giudizio? | Quando il giudice del merito condanna le parti alle spese per mancata partecipazione all'ATP? | È utile l'introduzione dell'ATP conciliativo quale condizione di procedibilità? | L'obbligo assicurativo e l'azione diretta verso la compagnia di assicurazioni | L'azione di rivalsa e l'azione di responsabilità amministrativa |

 

Diverse disposizioni della l. n. 24/2017 riguardano aspetti di natura processuale e sono specificamente volte a cercare di ridurre il contenzioso in relazione ai procedimenti di risarcimento del danno derivante da responsabilità sanitaria, nonché a fornire una maggiore tutela al danneggiato ed a ridurre l'esposizione dei medici dipendenti di strutture sanitarie pubbliche e private. È bene adesso provare ad esaminare distintamente i vari istituti in esame e le diverse questioni problematiche che si pongono già ad una prima lettura.

Leggi dopo