Focus

Frazionamento della domanda di adempimento o di risarcimento e abuso del processo

Sommario

Inammissibilità della domanda di adempimento parziale (il c.d. divieto di frazionamento del credito) | Qualche chiarimento sull’abuso del processo e sulle sue conseguenze in relazione alla formazione del giudicato | I casi in cui può formarsi un giudicato limitato all’an debeatur o ad alcune voci di danno |

 

Gli ingiustificati frazionamenti delle domande di adempimento o di risarcimento del danno costituiscono le ipotesi di abuso del processo. La giurisprudenza di legittimità ha più volte affrontato tali questioni, avanzando in tema di parcellizzazione dei crediti pecuniari soluzioni inedite, preordinate a reprimere in modo inflessibile le possibilità di abuso in via preventiva o successiva, ma sollevando non poche perplessità sul piano sistematico. Non mancano però indirizzi volti, in modo assai più rassicurante, a ricondurre il tema nell’ambito dell’applicazione di principi da tempo conosciuti (disponibilità dell’oggetto del processo, limiti oggettivi del giudicato, incontrovertibilità estesa al dedotto e al deducibile, disciplina delle spese processuali,...), che possono essere rivitalizzati proprio nella prospettiva di arginare (e il più possibile eliminare) i pericoli di abuso del processo.

Leggi dopo