Focus

Note processuali sul “decalogo” della Cassazione in tema di danno non patrimoniale

Sommario

Natura di “fatto costitutivo” le circostanze che giustificano la personalizzazione del risarcimento del danno non patrimoniale? | La funzione della domanda risarcitoria e (i limiti del)la responsabilizzazione dell'attore ai fini della liquidazione del danno non patrimoniale | Il ruolo del giudice in punto di liquidazione del danno e la potestà “dispositiva”, relativa alla definizione dell'oggetto del giudizio risarcitorio |

 

Il dictum di cui a Cass. civ., sez. III, 27 marzo 2018, n. 7513 è preordinato a “mettere ordine” sotto il profilo lessicale e concettuale in tema di risarcimento del danno non patrimoniale, ispirandosi innanzitutto ad un metodo di tipo dichiaratamente esegetico. A tali precisazioni fanno seguito talune considerazioni, per così dire, “a cascata” valevoli anche sul piano processuale, su cui intendiamo in questa sede soffermarci.

Leggi dopo