Focus

Rifiuto della trasfusione di sangue: se il paziente poi muore, il nesso causale è interrotto?

Sommario

I testimoni di Geova e il divieto religioso alla trasfusione di sangue | Legittimità del rifiuto | Nessuna interruzione del nesso causale | Concorso colposo del paziente-creditore in caso di suo decesso? | I precedenti giurisprudenziali | Conclusioni |

 

Il rifiuto della trasfusione di sangue da parte del testimone di Geova per il suo credo religioso è legittimo. Ma quando la mancata trasfusione di sangue provoca il decesso del paziente, a chi è imputabile tale decesso?

Leggi dopo