Giurisprudenza commentata

Il danno differenziale dopo la legge di bilancio 2019: applicazione temporale delle nuove norme e infondati sospetti di illegittimità

10 Maggio 2019 |

Cass. civ.

Danno differenziale patrimoniale e non patrimoniale

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | Guida all'approfondimento |

 

La sentenza in oggetto guadagna a pieno a titolo gli onori della cronaca, disponendo che le modifiche apportate dalla Legge di Bilancio 2019 al d.P.R. 1924/1965 non possono trovare applicazione retroattiva. Deve comunque escludersi che le nuove norme (ivi compresa la modifica del comma 2 dell'art. 142 cod. ass.) si pongano in contrasto con i principi espressi dalla giurisprudenza costituzionale in materia di regresso/surroga, atteso che - a far data dal 2000 - la copertura obbligatoria INAIL indennizza (peraltro in misura prevalente) anche il danno biologico e che, anche a fronte dell'applicazione delle nuove regole, nessun pregiudizio monetario può infine residuare in capo al lavoratore danneggiato.

Leggi dopo