Giurisprudenza commentata

Immobile aggiudicato all’asta e non trasferito: risarcimento del danno, in re ipsa, del proprietario usurpato

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni | |

 

È corretto ritenere che il danno sia “in re ipsa” e che, in quanto tale, non vada provato, ricollegandosi cioè in via diretta alla sussistenza del fatto contra ius puro e semplice, ovvero è pur sempre necessaria la dimostrazione che il danno sia invece specificamente allegato e provato? In assenza di altri riferimenti, quale criterio può essere adottato dal giudice per la liquidazione del danno?

Leggi dopo