Giurisprudenza commentata

Morte del congiunto: criterio di calcolo del danno trasmissibile agli eredi

Sommario

MASSIMA | IL CASO | LA QUESTIONE | LE SOLUZIONI GIURIDICHE | OSSERVAZIONI | GUIDA ALL'APPROFONDIMENTO |

 

Il criterio di calcolo del danno non patrimoniale iure hereditatis per la morte del congiunto, consiste nel riconoscimento di una somma rapportata non già alla vita media futura della vittima, ma alla vita effettivamente vissuta utilizzando il parametro tabellare della liquidazione a punti per ogni giorno di invalidità assoluta, con opportuno correttivo di congrua personalizzazione.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >