Giurisprudenza commentata

Rifiuto della trasfusione di sangue salvavita per credo religioso e interruzione del nesso causale tra evento dannoso cagionato da terzi e successivo decesso

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Può essere ritenuto corresponsabile del danno colui che, senza violare alcuna regola di comune prudenza, correttezza o diligenza, non si sia attivato per rimuovere tempestivamente una situazione di pericolo creata da altri?

Leggi dopo