News

Condannata a 30.000 euro di risarcimento la madre che scredita il padre davanti al figlio

 

Il Tribunale di Roma ha condannato d’ufficio ex art. 709-ter c.p.c. una donna al pagamento di € 30.000 a titolo di risarcimento danni, per aver ostacolato il funzionamento dell’affidamento condiviso, assumendo davanti al figlio minore, atteggiamenti sminuenti e denigratori della figura paterna.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >