News

Vietata l’applicazione stereotipata ed automatica delle tabelle milanesi se questo sacrifica i diritti personalissimi

 

Il giudice, nella liquidazione equitativa prevista dalle tabelle milanesi, può (e deve) superare i limiti degli ordinari parametri ivi previsti quando la specifica situazione di danno è caratterizzata dalla presenza di circostanze di cui il parametro tabellare non può aver già tenuto conto.

Leggi dopo