Bussola

Danno da illegittimo protesto

Sommario

Nozione | Elemento oggettivo e qualità dell’agente | Elemento soggettivo | Nesso di causalità | Onere della prova | Criteri di liquidazione | Aspetti processuali | Istanza immediata di cancellazione al presidente della camera di commercio | Tutela cautelare | Casistica |

 

La responsabilità per il danno da illegittima levata del protesto è una fattispecie che può assumere svariate figure così come plurimi sono i motivi per i quali il protesto può essere illegittimo. Esso può essere frutto di responsabilità extracontrattuale, come quando è dovuto alla condotta negligente dell’ufficiale levatore, o di responsabilità contrattuale, come quando deriva da condotta inadempiente della banca trattaria che sia legata al debitore protestato da vincolo negoziale, ma anche di condotte causalmente concorrenti che contravvengono l’una vincoli contrattuali e l’altra il generale principio del neminem laedere, come accade se sia l’ufficiale levatore, sia la banca trattaria omettano di rilevare una evidente contraffazione del titolo (per un caso di corresponsabilità fra banca e notaio in relazione a un titolo di credito con data di scadenza visibilmente alterata: Cass. civ., sez. I, 5 novembre 1998 n. 11103). Occorre allora una previa breve disamina della nozione e della disciplina del protesto. Il protesto è la costatazione solenne e formale con la quale un ufficiale levatore abilitato (notaio, ufficiale giudiziario, aiutante ufficiale giudiziario o segretario comunale: vds art. 68 legge cambiaria R.D. 14 dicembre 1933 n. 1669, art. 60 l. ass. R.D. 21 dicembre 19...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Su Onere di allegazione e prova del danno patrimoniale e non patrimoniale

Vedi tutti »

Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Su Onere di allegazione e prova del danno patrimoniale e non patrimoniale

Vedi tutti »