Bussola

Danno da lesione del diritto alla libertà personale

03 Settembre 2014 |

Sommario

Nozione | Elemento oggettivo | Elemento soggettivo | Nesso di causalità | Onere della prova | Criteri di liquidazione | Aspetti processuali | Profili penalistici | Casistica |

 

Il danno da lesione della libertà personale costituisce un’autonoma pretesa risarcitoria. In via preliminare occorre individuare la nozione di libertà personale in seno al nostro ordinamento. Essa si sostanzia essenzialmente nella pretesa di astensione e non interferenza da parte dei terzi: viene definita, infatti, libertà negativa (Isaiah Berlin, Quattro saggi sulla libertà, Milano, 1989). Diversamente dalle altre fattispecie, che richiedono l’apprestamento di strumenti, organizzazioni o l’erogazione di prestazioni perché possano essere godute.  È assistita da una tecnica di tutela, che consiste nella pretesa diretta al godimento del bene della vita. Tutela che deve essere piena, perché tale diritto partecipa della sovranità individuale e alberga nella dimensione sociale della persona. La concezione giuridica della libertà personale ruota intorno a quattro differenti tesi. La prima che la considera come la possibilità di disporre in via esclusiva del proprio fisico, nei limiti e con l’osservanza degli obblighi ordinamentali (R. Bin, G. Pitruzzella, Diritto Costituzionale, Torino 2005), secondo la quale le misure restrittive vietate dall’art. 13 della Costituzione sarebbero quelle fisicamente coercitive. La seconda, che la considera come la possibilità fisica, psichica o moral...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Focus

Focus

Su Danno da lesione del diritto al domicilio

Vedi tutti »

Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Su Danno da lesione del diritto alla libertà personale

Vedi tutti »

Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Su Danno da lesione del diritto all'immagine, alla reputazione, all’onore e al decoro della persona fisica e giuridica

Vedi tutti »