Bussola

Danno da perdita di chance patrimoniale e non patrimoniale

Sommario

Nozione | Elemento oggettivo | Elemento soggettivo | Nesso di causalità | Onere della prova | Criteri di liquidazione | Aspetti processuali | Casistica |

 

Il danno da perdita di chance rappresenta una voce di creazione giurisprudenziale, attraverso la quale viene fornito riscontro risarcitorio alla compromissione che la vittima - di un illecito ovvero di un inadempimento  - patisce in quanto abbia visto svanire la possibilità di conseguire un certo risultato utile. Il pregiudizio, in questo caso, non corrisponde al mancato conseguimento di tale vantaggio, non essendo lo stesso ravvisabile con certezza, in quanto dipendente da un'alea legata alla sorte e/o al comportamento di terzi. Ad essere prospettata, in questo caso, è bensì una tutela  di carattere risarcitorio a fronte della compromissione delle opportunità che la vittima aveva di conseguire quel determinato vantaggio. Un pregiudizio a tal stregua configurato può prospettarsi in seno alla responsabilità da inadempimento nonché nell'ambito della responsabilità extracontrattuale. Laddove sia generato da un illecito aquiliano, il danno da perdita di chance di carattere patrimoniale viene risarcito in applicazione dell'art. 2056 c.c., quale regola deputata a governare il risarcimento del danno a fronte di tutte le fattispecie di responsabilità extracontrattuale. Nell'ipotesi sia in gioco la perdita di chances di carattere non patrimoniale, si tratterà dare applicazione alla dis...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Focus

Focus

Su Danno da perdita di chance patrimoniale e non patrimoniale

Vedi tutti »