Bussola

Danno emergente e lucro cessante

Sommario

L’area del danno patrimoniale e la funzione del risarcimento | La regola del risarcimento integrale | L'applicabilità del risarcimento integrale a tutte le forme di illecito civile | Il criterio di delimitazione dei danni: la causalità giuridica | Una distinzione problematica | Casistica |

 

Le nozioni di danno emergente e lucro cessante costituiscono, in una tradizione giuridica ormai consolidata, dimensioni essenziali per la ricostruzione dei caratteri fondamentali della voce del danno patrimoniale. I concetti in questione, infatti, sono riconducibili esclusivamente a quest'ultima categoria di danno, mentre rimangono esclusi dall'area del danno non patrimoniale, quale che sia la nozione di quest'ultimo che si vuole recepire. A tal proposito, tuttavia, l'interprete deve avere ben chiara la fallacia di ogni ricostruzione che venga a far coincidere la natura del danno con la natura dell'interesse concretamente leso dall'illecito civile (categoria, quest'ultima, nella quale va ricompresa sia la responsabilità aquiliana, sia la responsabilità da inadempimento). Non va dimenticato, infatti, che la lesione di un interesse non patrimoniale ben può avere proiezioni dannose di tipo patrimoniale, e viceversa, con la conseguenza che deve condividersi quella dottrina che ha finito per identificare come danno patrimoniale ogni forma di elezione suscettibile di valutazione e stima secondo criteri di mercato. Quanto sinora osservato vale già ad introdurre il secondo dei profili che devono essere preliminarmente affrontati prima di procedere all'approccio definitivo all'inquadra...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento