Bussola

Intermediari assicurativi e responsabilità

14 Ottobre 2019 |

Sommario

Inquadramento | Verifica di adeguatezza e obbligo di informativa | Verifica di adeguatezza e vendita con consulenza | La “natura” della responsabilità del distributore | Inadeguatezza del contratto e risarcimento del danno | I criteri di valutazione dell'adeguatezza del contratto | Casistica |

 

Il corretto inquadramento dell'oggetto della nostra indagine richiede un breve e preliminare excursus storico con riguardo alle vicende normative che hanno recentemente interessato il codice delle assicurazioni. Nella sua formulazione originaria, l'art. 183 CAP disponeva che «nell'offerta e nell'esecuzione dei contratti le imprese e gli intermediari devono ... comportarsi con diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti dei contraenti e degli assicurati». Ebbene, a fronte delle modifiche introdotte dal d. lgs. 68/2018 (che ha attuato la direttiva 2016/97/EU c.d. IDD – Insurance Distribution Directive), tale clausola generale risulta oggi declinata in due norme che trovano una differente e ben distante collocazione sistematica. La prima è l'art. 119-bis CAP (rubricato “Regole di comportamento e conflitti di interesse”), che è contenuta nel Titolo IX (Attività di distribuzione assicurativa e riassicurativa) e che dispone: «i distributori di prodotti assicurativi operano con equità, onestà, professionalità, correttezza e trasparenza nel miglior interesse dei contraenti». In particolare, a fronte delle modifiche apportate al CAP del d. lgs. 68/2018, per «distributore assicurativo» deve intendersi «qualsiasi intermediario assicurativo, intermediario assicurativo a titolo acce...

Leggi dopo