Bussola

Responsabilità contrattuale e/o extracontrattuale (in genere)

Sommario

Inquadramento | Le principali differenze di disciplina | (Segue). Prescrizione | (Segue). Prevedibilità del danno | (Segue). Elemento soggettivo della condotta | Nuovi confini tra responsabilità contrattuale ed extracontrattuale. il “contatto sociale” | (Segue). Dialettica tra giurisprudenza e legislatore | La contrattualizzazione della responsabilità precontrattuale | Aspetti processuali | Casistica |

 

La responsabilità nel diritto civile comprende le regole in base alle quali l'autore di un danno è obbligato a risarcirlo. Tratto comune delle responsabilità contrattuale ed extracontrattuale è l'instaurarsi di un rapporto obbligatorio tra danneggiante e danneggiato come conseguenza, in un caso, dell'inadempimento della prestazione, e nell'altro, della commissione di un fatto doloso o colposo che abbia cagionato un danno ingiusto. La responsabilità civile è infatti considerata da alcuni come un unico genus nel cui ambito nella specie contrattuale all'obbligazione originaria si sostituisce l'obbligazione risarcitoria (art. 1218 c.c.), in quella extracontrattuale invece l'obbligazione si costituisce ex novo in conseguenza della commissione di un fatto non iure e contra ius (art. 2043 c.c.) (Giorgianni). Tuttavia la definizione di responsabilità civile viene spesso utilizzata quale sinonimo della responsabilità extracontrattuale (o aquiliana), a sottintendere l'esistenza di una generale responsabilità per fatto ingiusto che comprende la specie contrattuale (Gnani). Pure la sintetica definizione di contrattuale, con riferimento alla responsabilità ex art. 1218 c.c., in realtà ricomprende le conseguenze dell'inadempimento di prestazioni dovute non solo per contratto, ma anche in di...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento