Bussola

Responsabilità da contatto sociale

20 Aprile 2015 |

Sommario

Inquadramento | Onere della prova | Casistica |

 

Il contatto sociale è un istituto di derivazione dottrinaria (sviluppatosi in Germania, dove sembra ormai aver ricevuto – in seguito alla riforma del diritto delle obbligazioni del 2001 – una positivizzazione nel § 311 BGB [codice civile tedesco], ove il legislatore inserisce quale fonte di obblighi di protezione l’ähnliche geschäftliche Kontakte) e ormai recepito dalla giurisprudenza interna (anche se non con la stessa ampiezza delle elaborazioni dottrinali), con cui si indica un tipo di fonte dell’obbligazione, che comprende le situazioni accomunate dall’esistenza di un rapporto qualificato tra le parti, in virtù del quale sorgono per entrambe – o anche per una sola di esse – obblighi di comportamento a contenuto specifico, pur in assenza della conclusione di un contratto. In Italia, prima dell’elaborazione dell’istituto in esame, si sosteneva che la disciplina in materia di responsabilità contrattuale (artt. 1218 ss. c.c.) si applicasse unicamente all’inadempimento delle obbligazioni nascenti da contratto, mentre tutte le fattispecie in cui non sussisteva un rapporto contrattuale venivano accomunate nella figura dell’illecito extracontrattuale e nella relativa regolamentazione (art. 2043 c.c.). Erano, per questa via, disciplinate sotto la medesima regolamentazione fattispec...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento