Bussola

Responsabilità dell'anestesista

Sommario

Nozione | Elemento oggettivo | Elemento soggettivo | Nesso di causalità | Onere della prova | Aspetti medico legali | Criteri di liquidazione | Aspetti processuali | Profili penalistici | Casistica |

 

L’anestesista-rianimatore è figura professionale inquadrabile nell’ambito del rapporto di lavoro dipendente della struttura pubblica o privata oppure quale libero esercente l’attività medica. L’ampia gamma di competenze cui è chiamato ad assolvere questo professionista necessita di una panoramica che, pur non esaustiva, individui i principali compiti e ambiti di competenza soprattutto nell’ambito dell’équipe medica. L’anestesista, infatti, si occupa del trattamento anestesiologico dei pazienti che debbono sottoporsi ad operazione chirurgica o diagnostica, della rianimazione dei pazienti in coma o le cui funzioni vitali sono compromesse, intervenendo in tutti i casi di arresto cardiocircolatorio e di alterazione grave della funzione cardiaca, respiratoria, neurologica e metabolica. Lo specialista rianimatore interviene altresì nella gestione dei pazienti poli-traumatizzati o sottoposti ad interventi importanti quali i trapianti d’organo, gli interventi di chirurgia vascolare, neurochirurgia e cardiochirurgia, oltre alla somministrazione della terapia antalgica. La varietà dei compiti assolti dall’anestesista-rianimatore è comunque riconducibile ad alcune caratteristiche ricorrenti, che consentono di valutarne l’operato secondo i parametri della colpa medica: l’anestesista, infa...

Leggi dopo