Bussola

Responsabilità extracontrattuale nella “legge Balduzzi”

Sommario

Nozione | Elemento oggettivo | Nesso di causalità | Onere della prova | Aspetti processuali | Profili penalistici e/o amministrativi e/o tributari |

 

Contratto d’opera professionale Il rapporto contrattuale che si instaura col medico cui ci si rivolga direttamente per prestazioni sanitarie svolte nel suo studio privato – e dunque al di fuori di strutture sanitarie pubbliche o private – va pacificamente inquadrato nella disciplina codicistica del contratto d’opera intellettuale (artt. 2229 c.c. e ss.)   Contratto di spedalità Quando invece il paziente si rivolga ad una struttura sanitaria pubblica o privata ai fini di un ricovero o di una visita ambulatoriale, con l’accettazione del medesimo nella struttura si determina la conclusione di un contratto atipico – c.d. di spedalità – a forma libera e sinallagmatico, il cui contenuto ricomprende una quantità di prestazioni tipicamente riassunte nell’espressione ‘assistenza sanitaria’. La struttura sanitaria, dunque, è contrattualmente obbligata verso il paziente ad eseguire sia prestazioni mediche in senso stretto – inerenti a diagnosi e cura –, sia una serie di altre prestazioni strumentali rispetto alle prime. All’obbligazione principale, avente ad oggetto la prestazione sanitaria tecnicamente intesa – l’effettuazione delle cure mediche e chirurgiche (generali e specialistiche) –, si giustappongono svariate prestazioni quali ad es. la messa a disposizione di personale medico e ...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Su Responsabilità extracontrattuale nella “legge Balduzzi”

Vedi tutti »