Bussola

Sinistri coinvolgenti veicoli immatricolati all’estero

11 Dicembre 2014 |

Sommario

Nozione | Elemento Oggettivo | Onere della Prova | Aspetti processuali |

 

A mente dell’art. 126, comma 2, Cod. Ass., l’UCI (Ufficio Centrale Italiano), oltre ai compiti di cui all’art. 125 Cod. Ass., svolge le seguenti attività: Capo b) assume, nelle ipotesi di cui al comma 2, lett. b), comma 3, lett. b) e c), ed al comma 4 dell' art. 125 Cod. Ass., ai fini del risarcimento dei danni cagionati dalla circolazione in Italia dei veicoli a motore e natanti, la qualità di domiciliatario dell'assicurato, del responsabile civile e della loro impresa di assicurazione; Capo c) è legittimato a stare in giudizio, nelle ipotesi di cui al comma 2, lett. b), al comma 3 ed al comma 4 dell' art. 125 Cod. Ass., in nome e per conto delle imprese aderenti, nelle azioni di risarcimento che i danneggiati dalla circolazione in Italia di veicoli a motore e natanti immatricolati o registrati all'estero possono esercitare direttamente nei suoi confronti secondo quanto previsto all’ art. 145, comma 1, Cod. Ass., art. 146 Cod. Ass. e art. 147 Cod. Ass.. Si applicano anche nei confronti dell'Ufficio centrale italiano le disposizioni che regolano l'azione diretta contro l'impresa di assicurazione del responsabile civile secondo quanto previsto dall' articolo 144 Cod. Ass.. In base alla normativa sopra richiamata, il soggetto coinvolto in un sinistro con veicolo estero, che vogl...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Multimedia

Multimedia

Su Sinistri coinvolgenti veicoli immatricolati all’estero

Vedi tutti »