Multimedia

L'accertamento della colpa medica e l'importanza delle "linee guida"

 

A livello teorico la colpa medica non differisce dalla colpa di qualsiasi altra persona: la deviazione da una regola di condotta. Questa regola di condotta può essere rappresentata da una norma di legge, è in colpa il primario del reparto il quale non prende cura dei pazienti così come prescritto dal decreto legislativo 502 del ‘92, può essere rappresentata da un provvedimento amministrativo, è in colpa il medico di turno il quale in violazione dell'ordine di servizio si assenta dall'ospedale in ora notturna, ma quel che più rileva può essere rappresentata da una norma di comune prudenza che per i medici sono rappresentate dalle leges artis o protocolli che dirsi voglia, vale a dire delle regole condivise dalla comunità scientifica in un determinato momento storico. È dunque in colpa il medico che nell'esecuzione dell'intervento della terapia della diagnosi non si attiene a queste regole.

Leggi dopo