Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Il triplo della pensione sociale non è criterio automatico di liquidazione del danno

24 Luglio 2017 | di Redazione Scientifica

Trib. Ancona

Risarcimento del danno patrimoniale

In caso di incidente comportante danno patrimoniale da incapacità lavorativa non soccorre automaticamente la liquidazione in base al criterio del triplo della pensione sociale.

Leggi dopo

Decorrenza del termine per la denunzia dei vizi della cosa: a nulla rileva la data della perizia

12 Luglio 2017 | di Redazione Scientifica

App. Milano

Prescrizione del diritto al risarcimento del danno

Il termine di decorrenza per la denuncia dei vizi della cosa ex art. 1669 c.c. decorre dal momento della semplice scoperta del vizio del suolo o del difetto della costruzione.

Leggi dopo

Appalti pubblici: il comportamento scorretto del datore di lavoro è lesivo anche degli interessi pubblici

05 Luglio 2017 | di Redazione Scientifica

App. Bari

Responsabilità del datore di lavoro

Nell'ambito degli appalti pubblici, il comportamento scorretto tenuto dal datore di lavoro nei confronti dei propri dipendenti ha un disvalore maggiorato dal fatto di essere anche lesivo degli interessi pubblici.

Leggi dopo

Fogliame sulle scale: nessuna responsabilità del condominio per la caduta, è caso fortuito

26 Giugno 2017 | di Redazione Scientifica

App. Milano

Responsabilità del condominio nei confronti dei condomini e dei terzi

Bisogna considerare lo stato dei luoghi: se le scale non presentano il carattere di obiettiva pericolosità, pur in presenza di fogliame, è caso fortuito.

Leggi dopo

Attualizzazione dei coefficienti di capitalizzazione della rendita

20 Giugno 2017 | di Redazione Scientifica

App. Napoli

Danno patrimoniale futuro della vittima principale lavoratore

Il giudice di merito deve attualizzare il coefficiente mediante l'aggiornamento del coefficiente di capitalizzazione tabellare oppure non lo deve ridurre a causa dello scarto tra vita fisica e vita lavorativa.

Leggi dopo

Errore sull'identificazione del prenditore: anche se esente da colpa, l'obbligazione della Banca rimane

12 Giugno 2017 | di Redazione Scientifica

App. Milano

Responsabilità della banca

L’istituto di credito non è liberato dall'originaria obbligazione nel caso in cui abbia consentito il pagamento di un assegno bancario non trasferibile in favore di chi non era legittimato, anche se non è ravvisabile colpa nell'errata identificazione.

Leggi dopo

Nessun automatismo tra incidente stradale e danno biologico patito

06 Giugno 2017 | di Redazione Scientifica

Trib. Torre Annunziata

Danno morale

In caso di incidente stradale, il danno morale conseguente alle lesioni deve essere sempre provato: non sussiste alcuna automaticità parametrata al danno biologico patito.

Leggi dopo

Liquidazione delle spese funerarie sostenute dagli eredi

23 Maggio 2017 | di Redazione Scientifica

Trib. Napoli

Risarcimento del danno patrimoniale

Le spese funerarie, sostenute dagli eredi della persona deceduta per atto illecito, costituiscono una voce di danno ineliminabile: possono essere liquidate anche in mancanza di specifica dimostrazione della precisa entità della somma corrisposta a tale scopo ma occorre fornire al giudice i dati dai quali desumerei parametri cui commisurare la valutazione.

Leggi dopo

Ritardo nella comunicazione del referto del pap test: sì al risarcimento

16 Maggio 2017 | di Redazione Scientifica

Trib. Trento

Danno da perdita di chances in materia sanitaria

Il Tribunale ha accolto la domanda di risarcimento del danno per perdita di chance riferita al ritardo nella comunicazione del referto del pap test, ritenendo configurabile un danno da perdita di chance consistente nella perdita della possibilità di sopravvivenza.

Leggi dopo

Oneri del cliente nella prova della responsabilità professionale dell'avvocato

11 Maggio 2017 | di Redazione Scientifica

App. Milano

Responsabilità dell'avvocato

Il cliente deve fornire elementi di prova in merito al sicuro (o alla apprezzabile probabilità di) accoglimento delle proprie ragioni ove il professionista avesse svolto diligentemente il suo mandato.

Leggi dopo

Pagine