Focus

Focus su Liquidazione danno non patrimoniale per lesioni micro permanenti

Micro permanenti e "accertamento clinico strumentale obiettivo" dopo la Legge Concorrenza

23 Ottobre 2017 | di Cristina Cataliotti



Liquidazione danno non patrimoniale per lesioni micro permanenti

L’Autore, attraverso una breve disamina dell’art. 139 cod. ass. nella sua formulazione precedente e successiva alle modifiche apportate dalla Legge Concorrenza, affronta la questione relativa all’accertamento medico diagnostico del danno, ai requisiti per la sua configurabilità ed esistenza e ai presupposti del relativo risarcimento.

Leggi dopo

L’accertamento “visivo” delle lesioni di lieve entità nella legge n. 124/2017

19 Ottobre 2017 | di Enzo Ronchi

Liquidazione danno non patrimoniale per lesioni micro permanenti

Nella nuova formulazione dell’art. 139 comma 2, l’accertamento visivo, cacciato dalla porta (abrogazione del comma 3-quater dell’art. 32 del d.l. 1/2012) è però rientrato dalla finestra. E con precisazioni che non solo nulla chiariscono ma anzi si prestano ad interpretazioni contrastanti che non cesseranno di alimentare confronti dialettici i più vivaci...

Leggi dopo

L’art. 139 (e il nuovo danno non patrimoniale) dopo la Legge Concorrenza

25 Settembre 2017 | di Maurizio Hazan

Liquidazione danno non patrimoniale per lesioni micro permanenti

La riforma della disciplina del danno alla persona da sinistro stradale segna il completamento di un percorso già iniziato in sede legislativa e giurisprudenziale e la consacrazione del nuovo diritto/statuto delle responsabilità obbligatoriamente assicurate. La novella legislativa merita di essere letta in sincrono, tanto con riferimento all’art. 138, quanto all’art. 139 cod. ass. e, con riferimento al tema delle lesioni lievi, la l. 124/2017, fuga ogni dubbio sulla omnicomprensività dei parametri liquidativi di legge, specie sul versante dei limiti di massima personalizzazione.

Leggi dopo

Micropermanenti: il parere “anche” del medico-legale

21 Giugno 2017 | di Enzo Ronchi

Liquidazione danno non patrimoniale per lesioni micro permanenti

Diamo spazio al punto di vista medico legale nell'interessante dibattito in tema di micropermanenti.

Leggi dopo

Micropermanenti e accertamenti strumentali: a volte ritornano. Nuovi appigli per la "teoria del nulla"?

20 Febbraio 2017 | di Maurizio Hazan

Liquidazione danno non patrimoniale per lesioni micro permanenti

Come noto, la Consulta ha sdoganato senza esitazioni né incertezze la legittimità dei commi 3-ter e 3-quater dell'art. 32 del c.d. Decreto Liberalizzazioni (d.l. 24 gennaio 2012, n. 1, conv. con l. 24 marzo 2012, n. 27). E lo ha fatto con due successivi interventi (C. cost.,16 ottobre 2014, n. 235 e C. cost., ord., 26 novembre 2015, n. 242) che parevano aver chiuso finalmente il dibattito, confermando la necessità degli accertamenti strumentali ai fini del risarcimento del danno permanente da lesioni lievi. A fronte dell'autorevolezza della fonte, sorprende e un poco disorienta il recente tentativo di riaprire la questione, azzerando la portata innovativa della riforma del 2012. L'argomento, o meglio sarebbe dire il pretesto, per riaprire le danze risiederebbe in un distratto e fugace passaggio della sentenza Cass. civ., 26 settembre 2016, n. 18773 (steso in forma di obiter). Tale passaggio, a parere di chi scrive, non sembra invece per nulla convincente né idoneo a giustificare un discutibile ritorno al passato.

Leggi dopo

Micropermanenti: la Cassazione contro prove “diaboliche” e/o inutili

09 Febbraio 2017 | di Marco Bona

Liquidazione danno non patrimoniale per lesioni micro permanenti

La Cassazione afferma che l’accertamento strumentale non può costituire un requisito imprescindibile per la risarcibilità del danni biologici, temporanei e permanenti, da lesioni di lieve entità. Questa interpretazione dell’art. 139, comma 2, Cod. ass. (come modificato dalla l. n. 27/2012) risulta ragionevole e costituzionalmente conforme, senz’altro da preferirsi alla tesi supportata, tra l’altro in senso contrario alle indicazioni dalla medicina legale, dalla Consulta nella sentenza n. 235/2014 e nell’ordinanza n. 242/2015.

Leggi dopo

Un criterio di “atecnicità” valutativa medico legale quale fondamento giuridico – normativo dell'art. 32, comma 3-ter, L. n. 27/2012

02 Maggio 2016 | di Enrico Pedoja

Liquidazione danno non patrimoniale per lesioni micro permanenti

La lettura dell'ordinanza n. 242 del 26 novembre 2015 della Corte Costituzionale dimostra il persistere di una carenza conoscitiva, da parte del Legislatore e della stessa Corte Costituzionale, dei basilari fondamenti tecnici della valutazione medico legale del danno alla persona: dal concetto di lesione a quello di menomazione, entrambi sottoposti ad una disamina diagnostica medico legale basata sull'apprezzamento tecnico di elementi probatori documentali e clinici (ove occorra suffragati da suppletiva indagine strumentale), passando attraverso una specifica criteriologia scientifica idonea a confermare la sussistenza del nesso di causa tra evento dannoso e sue conseguenze temporanee e/o permanenti.

Leggi dopo

L’equivoco interpretativo del concetto di danno biologico di lieve entità

28 Settembre 2015 | di Enrico Pedoja

Liquidazione danno non patrimoniale per lesioni micro permanenti

La sentenza Cass. civ., n. 11851/2015 ripropone la problematica non risolta dell’effettiva definizione medico legale del danno biologico di lieve entità nel contesto applicativo dell’art. 139 Cod. Ass., che definisce il danno biologico da micro permanente quale «lesione temporanea o permanente all’integrità psicofisica della persona, suscettibile di accertamento medico legale, che esplica un’incidenza negativa sull’attività quotidiana e sugli aspetti dinamico relazionali della vita del danneggiato».

Leggi dopo

"Lesioni di lieve entità": problematiche valutative medico-legali dopo la pronuncia della Consulta (C. Cost. n. 235/2014)

17 Dicembre 2014 | di Enrico Pedoja

Liquidazione danno non patrimoniale per lesioni micro permanenti

Il risarcimento del danno alla persona è soggetto ad equivoci interpretativi "terminologici" medicolegali e giuridici che possono condizionare la stessa “integralità” del risarcimento. Il presupposto "naturalistico" del danno alla persona prevede necessariamente - secondo consolidata dottrina medicolegale - la conoscenza dei principali aspetti che ne costituiscono gli elementi fondamentali per la sua completa determinazione: evento traumatico – lesione - evoluzione della lesione (malattia) – menomazione

Leggi dopo

Micropermanenti e delimitazione del risarcimento dopo la pronuncia della Consulta n. 235/2014: regime transitorio e non solo

17 Novembre 2014 | di Antonino Barletta

Liquidazione danno non patrimoniale per lesioni micro permanenti

Alcune questioni di legittimità costituzionale prese in esame dalla Consulta in relazione all’art. 139 Cod. Ass. nella pronuncia n. 235 del 2014 involgono l’interpretazione degli artt. 24 Cost. e 6 CEDU. In particolare, i giudici a quibus, e in ispecie i Tribunali di Brindisi e di Tivoli e il Giudice di pace di Recanati, avevano richiesto inter alia di chiarire se le modalità di liquidazione di tali danni in base a criteri tabellari ministeriali non costituiscano un ostacolo all’attuazione effettiva della tutela giurisdizionale in materia di risarcimento, in relazione al principio dell’integrale riparazione del danno, ai sensi degli artt. 24 Cost. e 6 CEDU.

Leggi dopo

Pagine