Focus

Focus su Clausola claims made

Claims made: una storia tormentata

03 Agosto 2017 | di Cinzia Altomare

Clausola claims made

Gli arresti n. 10506 e 10509 della Corte di Cassazione hanno squarciato il velo di placida contemplazione che sembrava essersi adagiato sul mondo assicurativo dopo la decisione delle S.U. n. 9140, resa lo scorso 6 maggio 2016 sull’ammissibilità della formula assicurativa “a richiesta fatta”. L’autore svolge una serrata critica agli ultimi arresti della giurisprudenza, confermando le argomentazioni circa la piena liceità della clausola “claims made”. Analizza, infine, la ragioni giuridiche ed economiche che soddisfano compiutamente le esigenze del mercato assicurativo in armonia con quelle dell’assicurato e del soggetto danneggiato.

Leggi dopo

Claims made, responsabilità medica e pensieri retrivi: la Cassazione resiste alla legge?

20 Luglio 2017 | di Maurizio Hazan

Clausola claims made

Con una nuova coppia di sentenze (gemelle) la Cassazione ha affermato la non meritevolezza (e quindi la nullità) delle clausole claims made che non prevedano alcuna “garanzia postuma”. Ciò in quanto la clausola claims made con esclusione delle richieste postume attribuirebbe all’assicuratore un vantaggio ingiusto e sproporzionato, riducendo il periodo di copertura assicurativa e, comunque, ponendo “l’assicurato in una posizione di indeterminata soggezione” senza alcuna contropartita.

Leggi dopo

La giurisprudenza della Cassazione sulle clausole claims made: il punto dopo la sentenza n. 10506/2017

25 Maggio 2017 | di Francesco Delfini

Clausola claims made

A quasi un anno di distanza dalla decisione delle Sezioni Unite n. 9140/2016, la III Sezione della Corte di Cassazione è tornata sul tema della meritevolezza delle clausole claims made con la recentissima sentenza del 28 aprile n.10506.

Leggi dopo

Sezioni Unite n. 9140/2016: perché non si scioglie ancora il nodo della claims made

04 Luglio 2016 | di Cinzia Altomare

Clausola claims made

Il 6 Maggio scorso, le Sezioni Unite della Suprema Corte si sono pronunciate per dirimere la vexata questio della legittimità, all'interno del nostro sistema giuridico, della clausola nota come claims made, o a “richiesta fatta”. La sentenza, pur prendendo le mosse da un caso di malpratica medica, impatta una vasta gamma di prodotti assicurativi. La clausola in esame è infatti di uso assai comune nell'assicurazione della responsabilità civile professionale, ma anche della responsabilità da circolazione di prodotti difettosi, della responsabilità di amministratori e sindaci di società e persino nelle coperture per l'inquinamento.

Leggi dopo

La claims made: tra liceità e meritevolezza, quanti problemi per gli operatori del diritto, il legislatore e le associazioni di categoria

20 Giugno 2016 | di Marco Rodolfi

Clausola claims made

In questo Focus, dopo aver esposto le questioni sollevate dalla dottrina e dalla giurisprudenza in tema di liceità o meno della clausola c.d. claims made nel nostro ordinamento giuridico, si illustrano i criteri posti a fondamento della decisione delle Sezioni Unite in materia, terminando la trattazione con l'esposizione delle problematiche pratiche che le conclusioni assunte dalla Suprema Corte tuttavia comportano per gli operatori del diritto e per il Legislatore.

Leggi dopo

La claims made è salva! (ma non troppo......)

20 Maggio 2016 | di Maurizio Hazan

Clausola claims made

Aleggiava una qualche apprensione, tra gli operatori del diritto, a proposito di quel che le Sezioni Unite avrebbero statuito sulla validità, o meno, della clausola claims made.
La rimessione al consesso plenario era giustificata – a ragione – dalla massima importanza della questione: si trattava di verificare la “tenuta”, sul piano legale, di un modello di assicurazione della responsabilità civile che è da tempo invalso nella prassi, sino a divenire il vero e proprio prototipo di garanzia delle responsabilità in ambito professionale.

Leggi dopo

Clausola claims made: efficacia, nullità e astratta validità

24 Novembre 2014 | di Rosaria Giordano

Clausola claims made

Nell’ambito delle assicurazioni della responsabilità civile dal disposto dell’art. 1917, comma 4, c.c. si desume che il fatto ovvero il danno, i.e. il sinistro cui dà luogo l’obbligazione indennitaria della compagnia assicurativa, deve essersi verificato nel periodo di vigenza del contratto. E’ infatti chiaro in tal senso il disposto normativo secondo cui “Nell'assicurazione della responsabilità civile l'assicuratore è obbligato a tenere indenne l'assicurato di quanto questi, in conseguenza del fatto accaduto durante il tempo dell'assicurazione, deve pagare a un terzo”.

Leggi dopo

La “claims made” apre alla copertura delle circostanze note con la “deeming clause”

10 Novembre 2014 | di Cinzia Altomare

Clausola claims made

La Claims Made è un tipo di “trigger” (letteralmente “grilletto o innesco”, ad indicare l’azione che fa scattare la validità della copertura assicurativa), in uso soprattutto nelle polizze di responsabilità civile professionale, nella responsabilità civile degli amministratori di società (D&O) e nella responsabilità civile prodotti, che regola la validità temporale della copertura in base al fatto che le richieste di risarcimento siano pervenute (in inglese, claims made) per la prima volta agli assicuratori durante il periodo di vigenza della polizza, indipendentemente dalla data in cui i danni cui si riferiscono si sono effettivamente verificati.

Leggi dopo