Focus

Focus

Le Sezioni Unite 2018 sulla compensatio: nulla di dirimente

28 Agosto 2018 | di Marco Bona


Danno differenziale

Le quattro sentenze rese dalle Sezioni Unite in materia di compensatio lucri cum damno aderiscono ad un modello – quello della “giustizia del beneficio” – vicino, se non sovrapponibile, al paradigma tradizionale. Il “modello riformatore”, dunque, non ha prevalso. Diverse questioni, però, rimangono sul tavolo ed il dibattitto sul tema rimane aperto.

Leggi dopo

La responsabilità degli esercenti la professione medica dopo la legge Gelli

22 Agosto 2018 | di Alessandro Benni de Sena


Responsabilità medica contrattuale e/o extracontrattuale

L'approfondimento si prefigge lo scopo di evidenziare le principali novità in materia di responsabilità medica introdotte dalla c.d. legge Bianco-Gelli, con esclusivo riferimento al personale medico. L'analisi di questo specifico aspetto della responsabilità medica sarà comunque condotta tenendo presente l'intero impianto della nuova legge, nonché alcuni aspetti del sistema normativo della responsabilità civile in generale.

Leggi dopo

Il reato di esercizio abusivo di una professione

14 Agosto 2018 | di Rosita Petrelli


Responsabilità medica contrattuale e/o extracontrattuale

La legge 11 gennaio 2018, n. 3 ha dato delega al Governo di provvedere in materia di sperimentazione clinica dei medicinali e di predisporre un piano volto alla diffusione della medicina di genere che, tenuto conto delle differenze derivanti appunto dal genere, garantisca al meglio «l'appropriatezza della ricerca, della prevenzione, della diagnosi e della cura». Ha inoltre proceduto a fissare una nuova e più attuale disciplina degli Ordini delle professioni sanitarie, individuando nuove professioni, quali quella dell'osteopata e del chiropratico; modificando l'ordinamento delle professioni di fisico e di chimico, di biologo e di psicologo; prevedendo la costituzione presso l'Ordine degli ingegneri «dell'elenco nazionale certificato degli ingegneri biomedici e clinici». In tale contesto, fatto di innovazioni e di riforme, si nota la presenza di alcune norme penali, già in vigore, che stanno a offrire maggiore tutela all'utente che si rivolga, per necessità di cura e prevenzione, a chi esercita la professione di medico, individuando in particolare specifiche fattispecie di reato, di danno o di pericolo, nel caso in cui il paziente si sia rivolto a chi, in mancanza di abilitazione, non ha gli strumenti necessari per assicurargli il corretto trattamento. Vengono dunque previste pene più gravi per chi esercita abusivamente la professione del medico; pene per il farmacista che, in assenza di valida prescrizione medica, dispensi farmaci; viene, infine, prevista una nuova aggravante di ordine generale, riferita a qualunque reato non colposo, che sia stato commesso in danno di persone ricoverate in strutture sanitarie o sociosanitarie.

Leggi dopo

La legge concorrenza 2017 e le sue principali novità processuali

09 Agosto 2018 | di Alessandro Magnoli


Tabelle nel Codice delle Assicurazioni private

Dalla complessiva analisi del testo normativo emerge la precipua finalità, o comunque il risultato, di rafforzare la posizione contrattuale degli utenti nei confronti delle imprese, e non quella di favorire la liberalizzazione del mercato e offrire una regolamentazione della concorrenza. La gran parte delle disposizioni costituiscono una integrazione della attuale normativa, in particolar modo contenuta nel codice delle assicurazioni, ma specificamente riferita a singoli settori economici ed orientata a contrastare, e possibilmente a prevenire, le pratiche commerciali scorrette.

Leggi dopo

Disposizioni in materia di pianificazione condivisa delle cure (PCC)

31 Luglio 2018 | di Gianni Baldini


Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

La pianificazione condivisa delle cure (PCC) costituisce la vera novità della l. 219/17 nota come legge sul Biotestamento. Essa consiste nella programmazione ex ante di trattamenti terapeutici cui essere sottoposti, predisposta in condivisione tra medico/equipe sanitaria da un lato e paziente dall’altra, in forza della quale le parti condividono il percorso terapeutico da seguire a fronte dell’evolversi di una patologia cronica o invalidante o caratterizzata da inarrestabile evoluzione con prognosi infausta

Leggi dopo

Recenti declinazioni del principio di riparto dell'onere della prova nella giurisprudenza di legittimità

24 Luglio 2018 | di Rosaria Giordano


Onere di allegazione e prova del danno patrimoniale e non patrimoniale

Il processo è governato dalla prova dei fatti controversi allegati dalle parti, sicché assume fondamentale importanza la regola di cui all'art. 2697 c.c. che ripartisce tra le parti il cd. rischio da mancata prova. Nella casistica concreta, peraltro, sempre copiosa, la declinazione dei principi lascia spazio sovente a deroghe ed attenuazioni volte a contemperare tale regola generale con il diritto delle parti all'accesso alla prova e, quindi, ex art. 24 Cost., di “difendersi provando”.

Leggi dopo

Dispositivi medici: il sottile confine tra responsabilità medica e responsabilità da prodotto difettoso nei casi di protesi infette

17 Luglio 2018 | di Cinzia Altomare


Responsabilità medica contrattuale e/o extracontrattuale

Il Regolamento UE 2017/745 del Parlamento e del Consiglio europeo, noto come MDR, o Medical Devices Regulation, è entrato in vigore il 25 maggio 2017, riunendo in un unico atto la normativa applicabile a tutti i tipi di dispositivi medici ed introducendo alcune rilevanti novità.

Leggi dopo

L'esercizio abusivo della professione sanitaria alla luce della riforma Lorenzin

05 Luglio 2018 | di Antonio Bana


Responsabilità penale del medico

La nuova disciplina introdotta dalla riforma Lorenzin ha apportato correttivi significativi alla Legge Gelli e presenta una serie di novità legislative di primaria importanza. La vita degli ordini professionali subisce una corretta modernizzazione e vengono introdotti nuovi ordini come gli osteopati e i chiropratici. Da un punto di vista dell'esercizio abusivo delle professioni, si inaspriscono le pene e viene riconosciuta una maggiore tutela ai pazienti ricoverati negli ospedali sia pubblici che privati. Il provvedimento, infatti, introduce come circostanza aggravante, nell'ambito dei reati contro la persona, il fatto che questi siano commessi in danno di una persona ricoverata.

Leggi dopo

Le domande nuove in appello nelle cause di risarcimento del danno

27 Giugno 2018 | di Rosaria Giordano

Profili processuali

Il divieto di proposizione di domande nuove in appello si fonda sul principio del doppio grado di giudizio. A fronte di alcune deroghe al divieto normativamente disciplinate, in tema di risarcimento del danno è particolarmente variegata la casistica sulle domande da ritenersi nuove o non tali e quindi ammissibili in sede di gravame, senza potersi trascurare la rilevanza, nella problematica, della ricostruzione in termini unitari della categoria del danno alla persona.

Leggi dopo

I requisiti della Legge Gelli alla luce del nuovo Regolamento Europeo per il trattamento dei dati

25 Giugno 2018 | di Cinzia Altomare


Responsabilità medica contrattuale e/o extracontrattuale

Il 25 maggio scorso è entrato definitivamente in vigore in Italia il Regolamento 679/2016 (General Data Protection Regulation), che in ambito sanitario si rapporta con il disposto della legge 24/2017 in materia di Responsabilità medica, determinando una nuova cultura del rischio clinico, direttamente integrata con la tutela del diritto alla privacy del paziente.

Leggi dopo

Pagine