Focus

Focus

Il rito civile ai tempi del Covid 19. Questioni in tema di regolamentazione dei termini processuali, di trattazione scritta e di udienza da remoto

26 Giugno 2020 | di Michele Ruvolo, Francesco Paolo Pizzo, Francescamaria Piruzza, Caterina Greco, Francesca Bellafiore

Profili processuali

Il continuo ricorso allo strumento della decretazione di urgenza da parte del Governo italiano per far fronte all'inaspettata emergenza sanitaria che ha sconvolto il nostro Paese ha inciso profondamente sulla dinamica del processo.

Leggi dopo

Questioni di risk management: la responsabilità datoriale nell'era del Coronavirus

24 Giugno 2020 | di Cinzia Altomare

Responsabilità medica contrattuale e/o extracontrattuale

In questo periodo è assai animato il dibattito sull'imputabilità delle imprese, qualora i loro dipendenti contraggano il Covid-19 in occasione di servizio. In quali termini una corretta compliance del datore di lavoro nei confronti dell'ampia e articolata regolamentazione di riferimento, può aiutarlo ad escludere il rischio di condanna? Qual è l'esatto funzionamento dei cosiddetti ammortizzatori sociali e delle coperture prestate dall'assicurazione privata, a partire dal provvedimento dell'Inail che considera questa infezione come un infortunio sul lavoro?

Leggi dopo

Assicurazione privata contro gli infortuni e COVID19

17 Giugno 2020 | di Giampaolo Miotto

Assicurazione contro i danni

La problematica relativa alla pertinenza dei “danni da COVID19” all'oggetto dell'assicurazione privata contro gli infortuni dev'essere risolta sulla base dell'interpretazione delle clausole che connotano questa specie di contratto assicurativo “socialmente tipico” e tenendo conto della netta differenziazione formatasi, nel corso del tempo, tra la nozione di “infortunio” che gli è propria e quella di “infortunio sul lavoro” tipica della relativa assicurazione sociale.

Leggi dopo

Il danno da diffamazione e la responsabilità civile

11 Giugno 2020 | di Ilenia Alagna

Risarcimento del danno da diffamazione

La diffamazione attraverso il web, dato l’evidente carattere di diffusività delle notizie pubblicate tramite strumenti informatici, è qualificabile come diffamazione aggravata e, pertanto, qualsiasi immissione di contenuti di carattere diffamatorio che colpisca l’immagine e la reputazione di una persona è punita dal nostro ordinamento. La diffamazione consumata sui Social Network, mediante la condotta di postare un commento su Facebook, realizza la pubblicizzazione e la diffusione del post originario ad un numero elevato di soggetti sia perché tale piattaforma racchiude un numero apprezzabile di persone, sia perché l’utilizzo di Facebook integra una delle modalità mediante le quali gruppi di soggetti raccontano le proprie esperienze di vita, valorizzando in primo luogo il rapporto interpersonale, che, proprio per lo strumento utilizzato, si estende ad un gruppo indeterminato di aderenti al fine di una costante socializzazione.

Leggi dopo

L'attività del personale infermieristico: natura giuridica, obblighi e responsabilità

08 Giugno 2020 | di Monia Dottorini

Responsabilità professionale dell’infermiere

Nel corso del tempo abbiamo assistito ad un profondo cambiamento della professione infermieristica, imputabile perlopiù ad una costante evoluzione normativa, la quale ha segnato il passaggio da “attività ausiliaria” a vera e propria “professione sanitaria” dotata di un’ampia autonomia professionale e di un proprio Codice Deontologico.

Leggi dopo

La questione delle RSA e della responsabilità loro ascrivibile per le infezioni nosocomiali ai tempi del Covid-19

03 Giugno 2020 | di Cinzia Altomare

Responsabilità medica contrattuale e/o extracontrattuale

Alla luce della grande difficoltà a rintracciare con sicurezza le cause delle infezioni nosocomiali in genere, la questione diventa particolarmente delicata qualora un paziente di una RSA deceda per Coronavirus, proprio perché questa infezione presenta un alto tasso di mortalità nei soggetti già affetti da altre patologie.

Leggi dopo

Riflessioni sull'incidenza del c.d. “COVID-19” sulla responsabilità medica

28 Maggio 2020 | di Gianluca Cascella, Giovanni Barile

Responsabilità medica contrattuale e/o extracontrattuale

Il fenomeno pandemico che il mondo ha tristemente conosciuto - e tutt'ora affronta - come “COVID-19”, ha messo e sta mettendo a dura prova le capacità e l'efficienza dei sistemi sanitari praticamente di tutti i Paesi del mondo, con riflessi tragici, prima di tutto per la popolazione mondiale. In un simile contesto, rispetto al quale ben pochi Stati si sono mostrati effettivamente preparati, o quantomeno in grado di apprestare una reazione tempestiva, di fronte a tanti lutti quotidiani e scenari davvero inimmaginabili ed inaccettabili, o quasi, per la cultura e la sensibilità dell'uomo moderno, di primo acchito, sarebbe troppo facile, quanto anche parimenti sbagliato, predicare sic et simpliciter una responsabilità dei medici per non aver saputo/potuto/voluto apprestare le cure idonee ai malati affidati alle loro mani. Va invece tenuto presente che, proprio in ragione della situazione, i margini per poter prospettare una esclusione di responsabilità degli operatori e delle strutture appaiono verosimilmente più ampi rispetto ad una situazione di ”normalità”, salve, ovviamente, ipotesi peculiari insuscettibili di generalizzazione.

Leggi dopo

Prove di ripartenza in sicurezza tra protocolli e circolari

26 Maggio 2020 | di Andrea Ferrario

Responsabilità del datore di lavoro

Uno dei primi e più frequentati temi di analisi in vista e poi in corrispondenza della “fase 2” dell'emergenza da Covid-19 e quindi anche della progressiva ripresa delle attività è stato senz'altro quello del ruolo e della valenza dei c.d. protocolli di sicurezza sul lavoro, fioriti in vari contesti e configurazioni..

Leggi dopo

Le infezioni da coronavirus e le assicurazioni contro i danni alla persona

25 Maggio 2020 | di Alberto Polotti di Zumaglia

Assicurazione contro i danni

Premesso che la pandemia di corona virus ha esplicato conseguenze di rilievo anche per le assicurazioni dei danni alla persona si rileva che mentre le assicurazioni malattia potrebbero venir interessate direttamente, per le assicurazioni contro gli infortuni si pongono invece diverse problematiche. Anzitutto, si pone la questione se le conseguenze di tale pandemia possano essere considerate infortunio anche nelle assicurazioni private come risulta per gli infortuni sul lavoro. Ci si deve allora chiedere se quanto disposto con il d.l. n. 18/2020, che tanto ha appunto confermato per questi ultimi, sia applicabile alle prime. Si pone quindi la necessità di decidere se anche in tali assicurazioni il concetto di infortunio consenta di ivi ricomprendere le conseguenze delle infezioni da coronavirus e tanto non può che essere deciso con l’esame delle condizioni contrattuali . In punto, diventa allora preminente la definizione di causa violenta richiesta per la stessa definizione di infortunio. Occorre poi decidere se in dette condizioni e nelle eventuali esclusioni di rischio da esse previste possano rientrare anche le infezioni microbiche e virali tra le quali si può certo comprendere l’infezione da coronavirus. Problematica questa che non può prescindere da un esame di tutte le condizioni contrattuali e da una attenta interpretazione delle stesse. Tali questioni vengono quindi esaminate cercando di fornire risposte possibilmente in sintonia con gli indirizzi adottati in merito dalla giurisprudenza.

Leggi dopo

SARS-Co-V2 ed infortunio nell'assicurazione privata: annotazioni medico–legali

19 Maggio 2020 | di Riccardo Zoja

La consulenza tecnica medico legale

Non vi è dubbio che la pandemia della quale il mondo ha fatto esperienza in questo scorcio del ventunesimo secolo sia stata occasione per approfondire vari temi che potevano sembrare desueti o esauriti in molti ambiti di riflessione tecnica in molti ambiti. Non ne è rimasta indenne la medicina legale, per le sue stesse caratteristiche disciplinari di profonda connessione con la realtà umana sotto il profilo del diritto; e ciò sarà senz'altro motivo di rilevanti ed interessanti sviluppi in tutto il pianeta negli anni a venire.

Leggi dopo

Pagine