Focus

Focus

Nel quesito al CTU medico-legale, il danno non patrimoniale come novellato dalla legge n. 124/2017

16 Gennaio 2018 | di Enzo Ronchi

Liquidazione danno non patrimoniale per lesioni macro permanenti

A seguito delle modifiche introdotte dalla legge n.124/2017 cod. ass., sembra ora utile riconsiderare, in senso critico-costruttivo, il testo del quesito per il CTU a suo tempo licenziato dall’Osservatorio.

Leggi dopo

Il Senato approva la legge sul consenso informato e sul “fine vita”: la “storia” scritta dalla giurisprudenza diventa ius positum

12 Gennaio 2018 | di Daniela Zorzit

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

Brevi note frutto di una prima lettura della nuova disciplina introdotta dalla Legge approvata dal Senato lo scorso 14 Dicembre (d.d.l. 2801), nella quale confluiscono piccoli frammenti del passato (i casi risolti nelle aule giudiziarie) e qualche osservazione “di insieme”.

Leggi dopo

Rapporto medico-paziente nel fine vita, tra consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento

09 Gennaio 2018 | di Amedeo Santosuosso

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

La legge recante il titolo “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento”, approvata dal Senato il 14 dicembre 2017, affronta essenzialmente tre aree problematiche del rapporto medico-paziente nella fase finale della vita: la prima riguarda il consenso ai trattamenti e la sua necessità per qualsiasi intervento sul corpo della persona, la seconda regola la proiezione della volontà della persona oltre il momento della perdita di coscienza ..

Leggi dopo

Equo compenso … e senso della misura

21 Dicembre 2017 | di Gianluca Gambogi


Responsabilità dell'avvocato

La legge n. 172/2017 ha introdotto l’art. 13-bis, che disciplina l’equo compenso e le clausole vessatorie nell’impianto normativo concernente il nuovo ordinamento professionale per avvocati, vale a dire la legge n. 247/2012.

Leggi dopo

Aspettando le Sezioni Unite penali sul riformato assetto della colpa in ambito sanitario

20 Dicembre 2017 | di Gian Marco Caletti


Responsabilità penale del medico

Sebbene piuttosto contigue nel tempo, le prime due pronunce della Cassazione penale sul nuovo assetto della responsabilità sanitaria hanno fatto registrare una forte divergenza interpretativa, che ha indotto il Presidente della Quarta Sezione a sollecitare in via urgente l'intervento delle Sezioni Unite. In attesa della decisione, per la quale è già stata fissata udienza per il 21 dicembre, il presente contributo si ripropone di mettere a fuoco i due orientamenti emersi sino ad ora e, nello specifico, i principali nodi ermeneutici rispetto ai quali dovrà fare chiarezza la Corte nella sua massima espressione nomofilattica.

Leggi dopo

La condanna per lite temeraria alla luce dell'ammissibilità nel nostro ordinamento giuridico dei danni punitivi

12 Dicembre 2017 | di Cesare Trapuzzano


Responsabilità processuale aggravata e danno punitivo

L'analisi che segue descrive i profili più rilevanti dell'istituto della responsabilità processuale aggravata, all'esito della novella del 2009, che ha introdotto il terzo comma dell'art. 96 c.p.c.. La portata precettiva della disposizione novellata viene riletta in chiave nomofilattica, ossia nella prospettiva accolta da Cass. civ., Sez. Un. n. 16601/2017 in ordine all'ammissibilità nel nostro ordinamento della categoria delle condanne punitive, seppure a certe condizioni.

Leggi dopo

Deficit fallimentare: criterio di liquidazione del danno nelle azioni di responsabilità proposte dal curatore

04 Dicembre 2017 | di Giuseppe Dongiacomo

Responsabilità dell’amministratore di società

La sentenza delle Sezioni Unite n. 9100/2015 ha affrontato il tema della quantificazione del danno nelle azioni di responsabilità proposte dal curatore del fallimento ai sensi dell'art. 146, comma 2, lett. a), l.fall., da tempo oggetto di un vivace dibattito.

Leggi dopo

Responsabilità sanitaria da contenzione

27 Novembre 2017 | di Cesare Taraschi

Responsabilità del sorvegliante dell’incapace

La legittimità del ricorso ai mezzi contenitivi, finalizzati a soddisfare le esigenze di cura e protezione del paziente, costituisce una delle più attuali tematiche in tema di responsabilità medica, registrandosi significative pronunce giurisprudenziali, sia nel settore civile che in quello penale, in ordine all'individuazione della posizione di garanzia del sanitario.

Leggi dopo

Struttura sanitaria e medico: regresso o rivalsa?

21 Novembre 2017 | di Maria Costanza


Rivalse nei confronti degli operatori sanitari

L'Autore svolge delle considerazioni a margine della legge n. 24/2017, mediante un'analisi degli art. 7, 9 e 12, per proporre dell'art. 7 comma 3 un'interpretazione che distingua l'area delle responsabilità del medico verso il paziente danneggiato da quelle della struttura, leggendo altresì, ma criticamente, l'art. 9 come norma che limita i diritti di regresso della struttura per danni arrecati al paziente dal sanitario quali conseguenza dell'inadempimento di prestazioni di diagnosi e cura.

Leggi dopo

I danni lungolatenti nella responsabilità medica

16 Novembre 2017 | di Cesare Trapuzzano


Responsabilità medica contrattuale e/o extracontrattuale

Qualora il danno non patrimoniale sia conseguito all'esecuzione di un'attività professionale qualificata, e segnatamente di un'attività sanitaria, non necessariamente consistente nell'attuazione di un intervento chirurgico, particolare attenzione deve essere dedicata all'ipotesi in cui il pregiudizio causato dalla prestazione medica effettuata si manifesti a distanza di tempo dalla verificazione del fatto lesivo.

Leggi dopo

Pagine