Focus

Focus

La trasmissione ereditaria delle proprietà digitali. Il problema (dei codici) di accesso ai dispositivi e i diritti degli eredi

13 Settembre 2016 | di Alessandro Benni de Sena

Responsabilità per illecito trattamento di dati personali

L'Autore, dopo alcune considerazioni sul rapporto tra il diritto alla privacy, il diritto di proprietà e la successione mortis causa, definisce l'obbligo del produttore di consentire l'accesso al dispositivo. Altra questione è l'individuazione di un diritto degli eredi ai dati personali/familiari archiviati, distinguendo la natura di tali beni. Ammessa la trasmissione mortis causa dei diritti su tali beni, si individuano gli strumenti a tutela dei diritti degli eredi.

Leggi dopo

La tutela indennitaria delle vittime di reati violenti intenzionali nella legge n. 122/2016

05 Settembre 2016 | di Marco Bona

Mancato recepimento direttiva comunitaria

La l. n. 122/2016 reca disposizioni finalizzate ad attuare il sistema di indennizzo nazionale imposto dalla dir. 2004/80/CE in favore delle vittime di reati violenti intenzionali che non possano conseguire risarcimenti dai rei (in quanto rimasti ignoti o privi di risorse economiche). Nonostante la valutazione finale del provvedimento sia da rinviarsi ad un successivo decreto ministeriale (che dovrà essere emanato entro sei mesi dal 23 luglio 2016), è già possibile affermare come la legge in commento sia lungi dal costituire un corretto ed esaustivo adempimento della direttiva.

Leggi dopo

La responsabilità civile e penale da insidia stradale alla luce della riforma sull'omicidio stradale

26 Agosto 2016 | di Carlo Cecchetti

Circ. Min. Interno, 25 marzo 2016, n. 300-A-2251-16-124-68.pdf

Responsabilità da circolazione di veicoli

L'introduzione della nuova ipotesi autonoma di delitto di omicidio stradale è stata l'occasione per dare un più esplicito fondamento normativo alla responsabilità civile e penale dell'Ente proprietario/gestore della Strada. La Circolare del 25 marzo 2016, n. 300 del Ministero dell'Interno conferma questa interpretazione, del resto già avallata da tempo dalla dottrina e dalla giurisprudenza di legittimità.

Leggi dopo

L' assicurazione r.c. obbligatoria dei natanti registrati in Stati esteri

04 Agosto 2016 | di Silvio Lovetti

Assicurazione obbligatoria per veicoli a motore e natanti

Descrizione e commento delle diverse modalità con le quali i natanti registrati all'estero, temporaneamente circolanti nelle acque territoriali italiane, possono adempiere all'obbligo di copertura assicurativa di responsabilità civile: il riferimento è agli articoli 125 e 126 Cod. Ass. e al Decreto 1° aprile 2008, n. 86, del Ministero dello Sviluppo Economico.

Leggi dopo

Gruppo Otto: orientamenti in tema di micropermanenti nel distretto di Milano

22 Luglio 2016 | di Marco Moiraghi

Risarcimento del danno non patrimoniale

L'Osservatorio milanese ha demandato al Gruppo otto, coordinato dall'avv. M. Moiraghi, il compito di rilevare gli orientamenti sulla liquidazione giudiziale dei risarcimenti dei danni biologici di lieve entità nel distretto di Milano.

Leggi dopo

Gruppo Sette: liquidazione del danno non patrimoniale da lesione di diritti inviolabili della persona, diversi dalle ipotesi già contemplate dalla tabella milanese

20 Luglio 2016 | di Ilaria Gentile

Risarcimento del danno non patrimoniale

L’Osservatorio sulla Giustizia Civile di Milano ha ritenuto di verificare la possibilità di elaborare dei criteri/parametri liquidatori uniformi anche per altri danni non patrimoniali, derivanti da lesioni di diritti inviolabili della persona, diversi da quelli già oggetto delle tabelle milanesi, incaricando il Gruppo Sette, composto da volontari (magistrati, avvocati, mediatori, giudici di pace, tirocinanti), coordinati dalla dott.ssa I. Gentile. Il Gruppo ha tenuto cinque riunioni ed è cresciuto numericamente nel tempo, coinvolgendo progressivamente le persone che si occupano specificamente delle varie materie esaminate, contando alla fine 27 componenti, che hanno attivamente partecipato alle riunioni, oltre a coloro che, senza partecipare alle riunioni, hanno inviato provvedimenti.

Leggi dopo

Gruppo Sei: liquidazione del danno alla persona in Europa

15 Luglio 2016 | di Francesca Fiecconi, Silvia Toffoletto

Risarcimento del danno non patrimoniale

In data 11 giugno 2015, 24 settembre 2015 e 29 ottobre 2015, sono stati organizzati dal Gruppo Europa, coordinato dalla dott.ssa F. Fiecconi e dall'avv. S. Toffoletto, dell’Osservatorio di Milano, in sinergia con la Scuola Superiore della Magistratura- struttura territoriale di Milano, tre convegni dal titolo: «Risarcimento del danno alla persona: gli Stati dell’Unione Europea a confronto».

Leggi dopo

Gruppo Cinque: danno differenziale e capacità lavorativa

14 Luglio 2016 | di Enzo Ronchi

Risarcimento del danno non patrimoniale

Il Gruppo Cinque, del gruppo danno alla persona dell'Osservatorio sulla giustizia civile di Milano, coordinato dal dr. E. Ronchi, si è occupato del danno differenziale-incrementativo in relazione a pregresse menomazioni e della capacità lavorativa, generica e specifica, con particolare attenzione agli aspetti medico-legali e ai criteri di liquidazione.

Leggi dopo

Brexit: quali ricadute sulle controversie in materia di rc con “fattori britannici”?

11 Luglio 2016 | di Marco Bona

Risarcimento del danno all'estero

Nel recente referendum tenutosi in Gran Bretagna hanno prevalso i voti favorevoli all'uscita dall'Unione Europea, ma gli sviluppi successivi della Brexit sono ancora incerti. Nell'attesa di conoscere se e con quali tempistiche avrà luogo tale storico passaggio, conviene, comunque, cominciare a vagliare i possibili scenari futuri e, quindi, le implicazioni dell'eventuale recesso del Regno Unito dall'Unione sia sulle controversie con “fattori britannici” (ciò con particolare riguardo per il campo della responsabilità civile) che sull'evoluzione del diritto UE.

Leggi dopo

Gruppo Quattro: danno terminale (biologico e catastrafole) e danno tanatologico

11 Luglio 2016 | di Maurizio Hazan

Proposta Tabella valori complessivi del danno terminale.pdf

Risarcimento del danno non patrimoniale

L’Osservatorio sulla Giustizia del Tribunale di Milano ha promosso la costituzione, al suo interno, di alcuni gruppi di lavoro volti ad approfondire i criteri di liquidazione di alcune poste di danno (non patrimoniale) ad oggi non tabellate e ciò nondimeno di notevole impatto nella prassi risarcitoria delle Corti. Tra queste assume indiscussa rilevanza quella dei così detti “danni terminali”, di fonte giurisprudenziale e cristallizzati dalla Suprema Corte (Cass., Sez. Un.,. sent. n. 15350/2015) come le sole poste di danno liquidabili iure proprio alla vittima di lesioni mortali, a condizione che il decesso non sia immediato ma avvenga dopo un apprezzabile lasso di tempo dalle lesioni. Il Gruppo Quattro, coordinato dall'avv. M. Hazan, si è occupato del tema proponendo una tabella per la liquidazione del danno terminale.

Leggi dopo

Pagine