Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Assicurazione del terzo trasportato: si applica l’art.141 cod. ass. anche in caso di sinistro causato dal solo vettore

14 Novembre 2018 | di Marina Penco

Trib. Torre Annunziata

Azione del terzo trasportato

La persona trasportata su un veicolo coinvolto in un sinistro stradale causato dal solo vettore può agire ai sensi dell’art. 141 cod. ass.?

Leggi dopo

Incidente stradale: criteri di calcolo per la liquidazione del danno patrimoniale da perdita della capacità di guadagno

12 Novembre 2018 | di Paolo Mariotti , Raffaella Caminiti

Cass. civ.

Risarcimento del danno patrimoniale

Come va intesa la nozione di “reddito netto” contenuta nell'art. 137 cod. ass. da utilizzarsi quale parametro per la liquidazione del danno patrimoniale da perdita della capacità di guadagno?

Leggi dopo

Responsabilità medica e riparto dell'onere della prova: si aggrava la posizione del danneggiato?

07 Novembre 2018 | di Francesco Agnino

Cass. civ.

Responsabilità medica contrattuale e/o extracontrattuale

In tema di responsabilità medica chi è onerato dalla prova del nesso di causalità?

Leggi dopo

Prescrizione del diritto derivante dal contratto di assicurazione della responsabilità civile

05 Novembre 2018 | di Giovanni Gea

Cass. civ.

Prescrizione diritti derivanti dal contratto di assicurazione

Qual è l’idoneo contenuto della comunicazione all'assicuratore della responsabilità civile ai fini della sospensione del termine di prescrizione dei diritti derivanti all’assicurato dal relativo contratto?

Leggi dopo

Il maestro e la scuola di sci rispondono delle lesioni riportate dall'allievo se lo espongono a rischi ulteriori

02 Novembre 2018 | di Gianluca Pantano

Cass. civ.

Responsabilità dei precettori

In caso di lesioni riportate durante una lezione di sci, il fatto che l'allievo avesse già percorso la pista nei giorni precedenti e la circostanza che lo stesso sia caduto quasi da fermo per aver incrociato gli sci escludono la responsabilità del maestro e della scuola?

Leggi dopo

Culpa in vigilando: per superare la presunzione ex art. 2048 comma 3 c.c. il precettore ha l’onere di provare l’inevitabilità del danno

29 Ottobre 2018 | di Marina Penco

Cass. civ.

Responsabilità dei precettori

Nel caso di fatto illecito commesso dall’apprendista il precettore o maestro d’arte come può liberarsi dalla presunzione di colpa prevista dall’art. 2048 c.c.?

Leggi dopo

Il nesso causale può essere presunto se manca la cartella clinica

25 Ottobre 2018 | di Antonio Scalera

Cass. civ.

Responsabilità medica contrattuale e/o extracontrattuale

La questione della quale è investita la Suprema Corte attiene alle conseguenze, sul piano della prova, dell'omessa o incompleta tenuta della cartella clinica nei casi in cui il paziente invochi la responsabilità civile del medico.

Leggi dopo

Immobile aggiudicato all’asta e non trasferito: risarcimento del danno, in re ipsa, del proprietario usurpato

24 Ottobre 2018 | di Andrea Ferrario

Cass. civ.

Risarcimento del danno da lesione del diritto di proprietà

È corretto ritenere che il danno sia “in re ipsa” e che, in quanto tale, non vada provato, ricollegandosi cioè in via diretta alla sussistenza del fatto contra ius puro e semplice, ovvero è pur sempre necessaria la dimostrazione che il danno sia invece specificamente allegato e provato? In assenza di altri riferimenti, quale criterio può essere adottato dal giudice per la liquidazione del danno?

Leggi dopo

Onere probatorio per il danno causato ad uno studente durante una competizione non agonistica nell’ora di educazione fisica

22 Ottobre 2018 | di Stefano Parma

Cass. civ.

Onere di allegazione e prova del danno patrimoniale e non patrimoniale

Come viene ripartito, in caso di infortunio causato da uno studente a danno di un altro durante lo svolgimento di una partita di pallavolo che li vede entrambi giocatori, verificatosi nell’ora scolastica di educazione fisica, l'onere della prova a fronte della domanda risarcitoria del danneggiato?

Leggi dopo

L’affidamento dei lavori non priva il Comune della qualità di custode della strada

18 Ottobre 2018 | di Amelia Laura Crucitti

Cass. civ.

Danno cagionato da cose in custodia

Con l’affidamento di lavori l’Amministrazione appaltante perde la qualità di custode? Il contratto di appalto trasferisce in capo all’appaltatore gli obblighi di custodia dell’area sulla quale insistono i lavori?

Leggi dopo

Pagine