Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Responsabilità dell'avvocato

Condotta omissiva e nesso di causalità: la regola del "più probabile che non" investe anche la causalità giuridica

20 Novembre 2017 | di Francesco Agnino

Cass. civ.

Responsabilità dell'avvocato

La regola della preponderanza dell'evidenza, o "del più probabile che non", si applica non solo all'accertamento del nesso di causalità fra l'omissione e l'evento di danno, ma anche all'accertamento del nesso tra quest'ultimo.

Leggi dopo

Responsabilità professionale dell'avvocato per omessa impugnazione e nesso eziologico fra inadempimento e danno

20 Dicembre 2016 | di Ombretta Salvetti

Trib. Verona

Responsabilità dell'avvocato

Se l'attività professionale prestata dal legale a favore del cliente è risultata priva di qualsiasi utilità, l'avvocato non ha diritto a riconoscimento economico per le proprie prestazioni.

Leggi dopo

La responsabilità dell’avvocato ed il pregiudizio del suo cliente

03 Novembre 2016 | di Francesco Agnino

Cass. civ.

Responsabilità dell'avvocato

La responsabilità dell'avvocato, nella specie per omessa proposizione di impugnazione, non può affermarsi per il solo fatto del suo non corretto adempimento dell'attività professionale.

Leggi dopo

La responsabilità dell'avvocato per l'attività svolta dal domiciliatario, la prova e i danni risarcibili

04 Ottobre 2016 | di Romana Maria Bajetta

Trib. Rimini

Responsabilità dell'avvocato

L'avvocato è responsabile nei confronti del cliente ed è tenuto a risarcire i danni dallo stesso patiti a causa della negligenza professionale sua e del domiciliatario.

Leggi dopo

Responsabilità professionale dell'avvocato, contestazione del compenso e decorrenza degli interessi di mora

06 Giugno 2016 | di Rosalia Calandrino

Cass. civ.

Responsabilità dell'avvocato

Nell'ambito della responsabilità professionale dell'avvocato, l'opinabilità della questione dalla cui errata soluzione è derivato il pregiudizio per il cliente rende operante l'art. 2236 c.c., in base al quale la responsabilità del professionista deve essere limitata ai casi di dolo o colpa grave.

Leggi dopo

La dialettica processuale, le frasi ingiuriose ed i destinatari della condanna per uso di linguaggio sconveniente

31 Maggio 2016 | di Francesco Agnino

Cass. civ.

Responsabilità dell'avvocato

La ratio della norma di cui all’art. 89 c.p.c. è quella di evitare, nel linguaggio processuale, locuzioni non aventi apporto utile all’oggetto della causa e che, lungi dall’articolare una risposta ai fatti narrati - coessenziale ad una costituzione in giudizio - finiscono, in modo gratuito ed assolutamente ultroneo, per dar voce al vicendevole malanimo dei litiganti.

Leggi dopo

Il cliente disinteressato alla propria pratica non può vantare alcun danno da inerzia verso il professionista

04 Maggio 2016 | di Vincenzo Papagni

Cass. civ.

Responsabilità dell'avvocato

Il cliente che non si interessi e non solleciti la propria pratica non può poi vantare il risarcimento dei danni per inerzia nei confronti dell'avvocato.

Leggi dopo

Responsabilità dell’avvocato che malgrado la non contestazione del vantato diritto di servitù, omette di darne prova

08 Marzo 2016 | di Filippo Rosada

Cass. civ.

Responsabilità dell'avvocato

In tema di responsabilità professionale dell'avvocato, la mancata indicazione delle prove indispensabili per l'accoglimento della domanda costituisce, di per sé, manifestazione di negligenza del difensore, salvo che il predetto dimostri di non aver potuto adempiere per fatto a lui non imputabile.

Leggi dopo

La responsabilità dell’Avvocato che “per ragioni di cortesia” si interessa di un mancato indennizzo in favore del cliente

03 Novembre 2015 | di Filippo Rosada

App. Milano

Responsabilità dell'avvocato

L’interessamento posto in essere da un avvocato per cortesia nei confronti del proprio assistito - che stava seguendo in altre vicende - al fine di tentare di comprendere i motivi per cui la compagnia di assicurazione rifiuta il pagamento dell’indennizzo, in mancanza di altri indizi, non comprova il conferimento di uno specifico incarico professionale.

Leggi dopo

Responsabilità dell’avvocato e contratto di assicurazione: tra claims made e dichiarazioni inesatte e reticenti

22 Settembre 2015 | di Ludovico Berti

Cass. civ.

Responsabilità dell'avvocato

La clausola cosiddetta "a richiesta fatta" (claims made) inserita in un contratto di assicurazione della responsabilità civile (in virtù della quale l'assicuratore si obbliga a tenere indenne l'assicurato dalle conseguenze dannose dei fatti illeciti da lui commessi anche prima della stipula, se per essi gli sia pervenuta una richiesta di risarcimento da parte del terzo danneggiato durante il tempo per il quale è stata stipulata l'assicurazione) è compatibile con le clausole le quali pongano a carico dell'assicurato l'obbligo di rendere dichiarazioni complete e veritiere sulle circostanze relative alla rappresentazione del rischio al momento della sottoscrizione della polizza.

Leggi dopo

Pagine