Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Responsabilità negli appalti privati

La nozione di gravi difetti nel contratto di appalto

24 Febbraio 2016 | di Francesco Agnino

Cass. civ.

Responsabilità negli appalti privati

Configurano gravi difetti dell’edificio anche le carenze costruttive dell'edificio, inteso, altresì, come singola unità abitativa, che ne pregiudichino o menomino in modo grave il normale godimento, la funzionalità o l'abitabilità, pur se incidenti su elementi secondari ed accessori dell'opera stessa.

Leggi dopo

Si applica la responsabilità prevista dall’articolo 1669 c.c. in caso di opere su un immobile già edificato?

28 Gennaio 2016 | di Mauro Di Marzio

Cass. civ.

Responsabilità negli appalti privati

In tema di appalto, può rispondere ai sensi dell'art. 1669 c.c. anche l'autore di opere su preesistente edificio, allorché queste incidano sugli elementi essenziali dell'immobile o su elementi secondari rilevanti per la funzionalità globale.

Leggi dopo

La responsabilità dell’appaltatore si estende anche al venditore/appaltante del bene immobile

23 Gennaio 2015 | di Filippo Rosada

Responsabilità negli appalti privati

Nei confronti del venditore di bene immobile si estende la responsabilità per gravi difetti ex art. 1669 c.c. quando vi sia una sua ingerenza tale da rendere l’appaltatore un nudus minister. Se le problematiche riconducibili alla fattispecie dell’art. 1669 c.c. riguardano parti comuni condominiali, la legittimazione all’attivazione della tutela spetta anche ai singoli condomini, senza che si venga a creare una situazione di litisconsorzio necessario. Il dies a quo del termine di decorrenza per la denuncia del pericolo di rovina o di gravi difetti decorre dalla data di deposito della relazione del consulente del giudice nominato in sede di accertamento tecnico preventivo, se non dalla comunicazione della cancelleria del relativo esito.

Leggi dopo