Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Danno da perdita del rapporto parentale

Morte del congiunto: criterio di calcolo del danno trasmissibile agli eredi

23 Giugno 2017 | di Filippo Rosada

App. Napoli

Danno da perdita del rapporto parentale

Il criterio di calcolo del danno non patrimoniale iure hereditatis per la morte del congiunto, consiste nel riconoscimento di una somma rapportata non già alla vita media futura della vittima, ma alla vita effettivamente vissuta utilizzando il parametro tabellare della liquidazione a punti per ogni giorno di invalidità assoluta, con opportuno correttivo di congrua personalizzazione.

Leggi dopo

Parentela di fatto e risarcibilità del danno non patrimoniale da perdita del congiunto

05 Giugno 2017 | di Paolo Mariotti , Raffaella Caminiti

Trib. Roma

Danno da perdita del rapporto parentale

Ai prossimi congiunti o ai soggetti ad essi assimilabili, legati alla vittima da un forte vincolo affettivo, deve riconoscersi il ristoro per il danno non danno parentale

Leggi dopo

Le amicizie su Facebook non provano il reale legame affettivo tra soggetti

15 Maggio 2017 | di Ilenia Alagna

Cass. pen.

Danno da perdita del rapporto parentale

Il semplice scambio di sms, l’amicizia su Facebook e i rapporti intrattenuti sul Social network non bastano a provare l’esistenza del legame affettivo stabile e duraturo tra zii e nipote.

Leggi dopo

L’onere di allegazione e di prova nelle azioni di risarcimento del danno da perdita del rapporto parentale

07 Ottobre 2016 | di Salvatore Ferrara

Trib. Rimini

Danno da perdita del rapporto parentale

In tema di azioni di risarcimento del danno da perdita del congiunto, la mera allegazione del rapporto parentale o di coniugio con la “vittima primaria”, ove non suffragata dalla concreta descrizione dei pregiudizi patiti, non comporta automaticamente l'accoglimento della domanda.

Leggi dopo

Danno per la perdita di chance di instaurazione del rapporto parentale

13 Giugno 2016 | di Patrizia Ziviz

Trib. Treviso

Danno da perdita del rapporto parentale

Nel caso venga meno in capo al minore, a causa di un sinistro stradale, la possibilità di instaurare un rapporto affettivo con la sorella – perita all'atto della nascita – va risarcito il danno per la perdita di chance.

Leggi dopo

Nessuna personalizzazione del danno da perdita del congiunto se manca l'allegazione delle peculiarità del rapporto con la vittima

11 Aprile 2016 | di Rita Rossi

Cass. civ.

Danno da perdita del rapporto parentale

In tema di risarcimento del danno non patrimoniale conseguente a perdita del prossimo congiunto, la personalizzazione del risarcimento con il superamento dei valori minimi tabellari è possibile soltanto se siano state allegate le peculiarità del rapporto intercorso tra la vittima e i congiunti superstiti.

Leggi dopo

La natura solidale della obbligazione esclude il litisconsorzio necessario

21 Settembre 2015 | di Francesco Agnino

Cass. civ.

Danno da perdita del rapporto parentale

L'obbligazione solidale non comporta, sul piano processuale, l'inscindibilità delle cause e non da luogo a litisconsorzio necessario, sicché in appello si fa applicazione dell'art. 332 e non dell'art. 331 c.p.c..

Leggi dopo

Sussiste il diritto al risarcimento del danno anche in capo alla fidanzata non convivente del de cuius

03 Luglio 2015 | di Paolo Mariotti , Raffaella Caminiti

Trib. Firenze

Danno da perdita del rapporto parentale

La sentenza in commento affronta la questione della configurabilità e risarcibilità dei danni in capo alla fidanzata non convivente (ma promessa sposa) della vittima primaria di un illecito. La pronuncia di merito è conforme ai principi espressi dalla Corte di legittimità...

Leggi dopo

Il danno esistenziale da perdita parentale non costituisce una voce autonoma rispetto al danno morale

14 Novembre 2014 | di Donatella Salari

Danno da perdita del rapporto parentale

“Nella liquidazione del danno non patrimoniale da perdita della relazione parentale va considerata la onnicomprensività della lesione tenendo conto dei valori di rango costituzionale che sono stati compromessi dal fatto illecito. Ne consegue che solo in tal caso il pregiudizio sarà ristorabile a mente dell’art. 2049 c.c. senza che sia configurabile un rilievo autonomo del c.d. danno esistenziale che, al di fuori della lesioni di diritti inviolabili della persona, non determina alcun danno risarcibile”.

Leggi dopo

Elementi di personalizzazione del danno non patrimoniale da perdita/lesione del rapporto parentale

05 Novembre 2014 | di Elena Merlo

Danno da perdita del rapporto parentale

“In materia di danno non patrimoniale lamentato dai prossimi congiunti della vittima di un illecito mortale, colui che, tra costoro, si dolga dell'inadeguatezza della liquidazione del danno a suo favore rispetto a quella operata in favore di taluno degli altri ha l'onere di allegare, in sede di impugnazione, quali fossero le circostanze di fatto idonee a consentire quella personalizzazione del pregiudizio subìto che si assume, invece, essere stata omessa da parte del giudice di merito”.

Leggi dopo

Pagine