Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Clausola claims made

Clausola “claims made” impura e giudizio di meritevolezza: il gravoso onere della prova dell’assicurato

10 Aprile 2017 | di Ombretta Salvetti

Trib. Roma

Clausola claims made

Il Tribunale di Roma ha affrontato la questione dell'operatività delle garanzie assicurative azionate in giudizio, in particolare della natura della clausola “claims made” invocata dalle imprese assicuratrici quale fonte dell'inefficacia temporale della garanzia e del giudizio di meritevolezza/non meritevolezza della clausola in rapporto al modello codicistico del contratto assicurativo e, specificamente, dell'art. 1917 c.c.

Leggi dopo

È meritevole di tutela la clausola claims made con due anni di pregressa e postuma di un anno

07 Febbraio 2017 | di Paolo Mariotti , Raffaella Caminiti

App. Torino

Clausola claims made

Quando è meritevole di tutela la clausola claims made cd. «impura», che estende l’efficacia della garanzia assicurativa alle condotte colpose poste in essere nei due anni antecedenti alla stipula della polizza?

Leggi dopo

Anche la clausola claims c.d. mista può superare il giudizio di “meritevolezza”

28 Novembre 2016 | di Marco Rodolfi

Trib. Napoli

Clausola claims made

L’interesse dell’assicurato a vedersi tutelato per eventi verificatisi anteriormente alla entrata in vigore della polizza realizza una sufficiente meritevolezza: la clausola claims made deve quindi essere considerata lecita e meritevole di tutela.

Leggi dopo

Le criticità sulla "claims made” dopo le Sezioni Unite: i nodi vengono (subito) al pettine

19 Luglio 2016 | di Filippo Martini

Trib. Milano

Clausola claims made

Dopo l'intervento della Cassazione a Sezioni Unite, sent. n. 9140/2016, si è pronunciato il Tribunale di Milano, secondo cui quando la clausola claims made non sia meritevole di tutela dovrà essere dichiarata nulla e sostituita di diritto dalla corrispondente disposizione di legge contenuta nell'art. 1917 c.c..

GRATIS PER 1 SETTIMANA

Claims made “impura” e RC professionale: un connubio in crisi

16 Maggio 2016 | di Filippo Rosada

Cass. civ

Clausola claims made

Nel contratto di assicurazione della responsabilità civile la clausola che subordina l'operatività della copertura assicurativa alla circostanza che tanto il fatto illecito quanto la richiesta risarcitoria intervengano entro il periodo di efficacia del contratto o, comunque, entro determinati periodi di tempo, preventivamente individuati non è vessatoria.

Leggi dopo

Variazioni nella giurisprudenza di legittimità sulla clausola claims made

21 Maggio 2015 | di Rosaria Giordano

Cass. civ.

Clausola claims made

La clausola cosiddetta "a richiesta fatta" (claims made) inserita in un contratto di assicurazione della responsabilità civile è valida ed efficace, mentre spetta al giudice stabilire, caso per caso, con valutazione di merito, se quella clausola abbia natura vessatoria ai sensi dell'art. 1341 c.c..

Leggi dopo

La clausola claims made nelle polizze di responsabilità civile professionale

19 Marzo 2015 | di Paolo Vinci

Trib. Bologna

Clausola claims made

“Le clausole claims made miste o spurie – qualora non siano state specificamente approvate per iscritto e siano contenute in un modello contrattuale già predisposto all’interno di uno schema negoziale, precostituito per una serie indefinita di rapporti - sono nulle ed inefficaci, con la conseguenza che le stesse sono sostituite di diritto dall’art. 1917 c.c., in base al quale l’assicuratore è tenuto ad indennizzare i terzi dei danni subiti dall’assicurato per il sinistro accaduto durante il tempo dell’assicurazione”

Leggi dopo

La vessatorietà delle clausole Claims made la decide il giudice

09 Dicembre 2014 | di Massimiliano Naso

Clausola claims made

Il contratto di assicurazione della responsabilità civile con clausola cosiddetta “a richiesta fatta” (claims made) non rientra nella fattispecie tipica prevista dall’art. 1917 c.c., ma costituisce un contratto atipico, generalmente lecito ex art. 1322 c.c.. Spetta al giudice di merito accertare, caso per caso, se la clausola "a richiesta fatta", riducendo l'ambito oggettivo della responsabilità dell'assicuratore, fissato dall'art. 1917 c.c., configuri una clausola vessatoria ai sensi dell'art. 1341 c.c.

Leggi dopo

Clausola “claims made”: principi per il vaglio di vessatorietà e “richiesta di risarcimento”

17 Giugno 2014 | di Paolo Donato

Clausola claims made

Il contratto di assicurazione della responsabilità civile con clausola claims made non rientra nella fattispecie prevista dall’art. 1917 c.c., ma costituisce un contratto atipico. La clausola claims made spuria e cioè senza retroattività o con retroattività limitata, restringendo l’ampiezza del rischio assunto dall’assicuratore e sperequando il sinallagma, costituisce clausola vessatoria ai sensi dell’art. 1341 c.c. Il concetto di richiesta di risarcimento contenuto nella clausola claims made comprende ogni atto con il quale il terzo danneggiato dimostri la decisione di far valere i suoi diritti contro l’assicurato.

Leggi dopo