Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

L’ASL è responsabile dei sinistri stradali causati da animali randagi, in conformità al quadro normativo disposto dalla Regione di competenza

17 Settembre 2019 | di Cinzia Altomare

Cass. civ.

Danno cagionato da animali

Con l’ordinanza n. 22522 del 10 settembre 2019 la Suprema Corte ha stigmatizzato una questione che si pone alla base di casi assai frequenti su tutto il territorio nazionale e che evidenzia l’ampio spettro delle responsabilità che ricadono sulle Aziende Sanitarie Locali, già a partire dal d.lgs. n. 502/1992, che ha demandato alle Regioni gran parte delle funzioni legislative ed amministrative in materia di sanità.

Leggi dopo

Danno parentale per morte da esposizione a polveri di amianto: la formido mortis rileva quale diritto, iure proprio, dei familiari

16 Settembre 2019 | di Giovanni Grutta D'Auria

Trib. Palermo

Danno da amianto

Quali misure di sicurezza avrebbe dovuto adottare il datore di lavoro per non incorrere in responsabilità ex art. 2087 c.c. e/o ex art. 2050 c.c.? Quali indici personalizzanti possono concorrere alla quantificazione del danno non patrimoniale?

Leggi dopo

Danno cagionato da animali: non configura il caso fortuito il fatto che il cavallo sia fuggito dal recinto

12 Settembre 2019 | di Antonio Scalera

Cass. civ.

Danno cagionato da animali

In caso di danno cagionato da animali non configura il caso fortuito il fatto che il cavallo sia fuggito dal recinto, trattandosi di circostanza imputabile ad inadeguata vigilanza e controllo del proprietario.

Leggi dopo

Responsabilità per danni cagionati da un impianto: responsabilità ex art. 2051 c.c. del proprietario o responsabilità dell'installatore/manutentore?

09 Settembre 2019 | di Alessandro Benni de Sena

Cass. civ.

Danno cagionato da cose in custodia

La condotta colposa dell'installatore costituisce caso fortuito rilevante ex art. 2051 c.c. per escludere la responsabile del custode? Si tratta di condotta idonea ad inserirsi autonomamente nella serie causale di produzione del danno e liberare così da responsabilità il custode?

Leggi dopo

Non c'è danno in re ipsa in caso di immissioni intollerabili

06 Settembre 2019 | di Antonio Scalera

Cass. civ.

Risarcimento del danno da immissioni

Può ritenersi sussistente un danno in re ipsa ogni qualvolta venga accertata la non tollerabilità delle immissioni?

Leggi dopo

Il danno morale, autonoma voce di danno, deve essere liquidato in aggiunta al danno biologico psichico

04 Settembre 2019 | di Giovanni Gea

Cass. civ.

Danno morale

Il danno morale ed il danno biologico di natura psichica rappresentano la medesima voce di danno e, laddove sviluppati da persona psichicamente fragile, vanno liquidati in misura minore?

Leggi dopo

Investimento del pedone e condizioni per l'applicabilità dell'art. 1227 c.c.

30 Agosto 2019 | di Francesco Agnino

Cass. civ.

Pedone ex art. 190 e 191 c.d.s.

In caso di investimento del pedone a quali condizioni è ipotizzabile il suo concorso di colpa ex art. 1227 c.c.?

Leggi dopo

Illegittimo l'intervento volontario e la costituzione della gestionaria nella procedura di risarcimento ex art. 148 cod. ass.

27 Agosto 2019 | di Filippo Rosada

Trib. Torino

Responsabilità da circolazione di veicoli

Nella procedura di risarcimento ex art. 148 cod. ass. è ammissibile l'intervento volontario della compagnia di assicurazione che copre la RCA del danneggiato, ovvero la costituzione in giudizio della stessa in forza di potere rappresentativo ricevuto ex art. 77 c.p.c.?

Leggi dopo

La tabella monetaria per la liquidazione delle lesioni micropermanenti di cui all’art. 5 l. n.57/2001 non è retroattiva

23 Agosto 2019 | di Renato Fedeli

Cass. civ.

Liquidazione danno non patrimoniale per lesioni micro permanenti

La liquidazione delle lesioni di lieve entità causate da sinistro stradale può essere effettuata sulla base della tabella di cui all’art. 5 della l. n. 57/2001, ora trasfusa nell’art. 139 cod. ass., qualora il fatto dannoso che le ha originate sia avvenuto anteriormente alla sua entrata in vigore?

Leggi dopo

Inadempimento dell'obbligo informativo e violazione del diritto all'autodeterminazione: un ritorno al danno in re ipsa?

21 Agosto 2019 | di Paolo Mariotti , Raffaella Caminiti

Trib. Lecco

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

L'omessa o insufficiente informazione preventiva sul trattamento sanitario da eseguire e sui rischi ad esso connessi comporta, di per sé, la risarcibilità di un danno da violazione del diritto all'autodeterminazione del paziente?

Leggi dopo

Pagine