Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Danni da infiltrazione: il condominio è responsabile se il danno deriva dalla colonna montante e non prova il caso fortuito

27 Settembre 2019 | di Edoardo Valentino

Trib. Tivoli

Responsabilità per danni in condominio

Il principio confermato dal Tribunale di Tivoli con la sentenza in commento specifica che il condominio debba provvedere alla custodia e manutenzione delle parti in comune, tra le quali la colonna di scarico. In caso di danno alla proprietà privata, lo stabile deve provvedere a risarcire, a meno che non sia in grado di provare come il danno derivi da una parte privata.

Leggi dopo

Integrale risarcimento al terzo trasportato da uno solo dei responsabili del sinistro se indica quale causa petendi la propria qualità di passeggero

23 Settembre 2019 | di Giovanni Gea

Cass. civ.

Azione del terzo trasportato

I terzi trasportati, rimasti danneggiati in conseguenza di un sinistro stradale, possono pretendere l'integrale risarcimento da uno solo dei responsabili dello stesso in virtù del principio generale della solidarietà tra i coautori di un fatto illecito di cui all'art. 2055 c.c.?

Leggi dopo

Fonti contestuali di rumore possono rendere difficoltoso individuare il grado di illiceità delle immissioni che provengono dalla birreria

19 Settembre 2019 | di Adriana Nicoletti

Trib. Modena

Risarcimento del danno da immissioni

Il Tribunale emiliano si confronta nuovamente con il classico problema delle immissioni acustiche che superano i livelli di normale tollerabilità, ma determinate in un quadro diverso e più complesso. La fonte del rumore, infatti, non si propaga più da un solo punto, ma rappresenta una componente di più sorgenti di rumori contestuali per orari e localizzazione. In questo àmbito, pertanto, anche il noto criterio comparativo invocato dall'art. 844 c.c. assume una diversa connotazione.

Leggi dopo

L’ASL è responsabile dei sinistri stradali causati da animali randagi, in conformità al quadro normativo disposto dalla Regione di competenza

17 Settembre 2019 | di Cinzia Altomare

Cass. civ.

Danno cagionato da animali

Con l’ordinanza n. 22522 del 10 settembre 2019 la Suprema Corte ha stigmatizzato una questione che si pone alla base di casi assai frequenti su tutto il territorio nazionale e che evidenzia l’ampio spettro delle responsabilità che ricadono sulle Aziende Sanitarie Locali, già a partire dal d.lgs. n. 502/1992, che ha demandato alle Regioni gran parte delle funzioni legislative ed amministrative in materia di sanità.

Leggi dopo

Danno parentale per morte da esposizione a polveri di amianto: la formido mortis rileva quale diritto, iure proprio, dei familiari

16 Settembre 2019 | di Giovanni Grutta D'Auria

Trib. Palermo

Danno da amianto

Quali misure di sicurezza avrebbe dovuto adottare il datore di lavoro per non incorrere in responsabilità ex art. 2087 c.c. e/o ex art. 2050 c.c.? Quali indici personalizzanti possono concorrere alla quantificazione del danno non patrimoniale?

Leggi dopo

Danno cagionato da animali: non configura il caso fortuito il fatto che il cavallo sia fuggito dal recinto

12 Settembre 2019 | di Antonio Scalera

Cass. civ.

Danno cagionato da animali

In caso di danno cagionato da animali non configura il caso fortuito il fatto che il cavallo sia fuggito dal recinto, trattandosi di circostanza imputabile ad inadeguata vigilanza e controllo del proprietario.

Leggi dopo

Responsabilità per danni cagionati da un impianto: responsabilità ex art. 2051 c.c. del proprietario o responsabilità dell'installatore/manutentore?

09 Settembre 2019 | di Alessandro Benni de Sena

Cass. civ.

Danno cagionato da cose in custodia

La condotta colposa dell'installatore costituisce caso fortuito rilevante ex art. 2051 c.c. per escludere la responsabile del custode? Si tratta di condotta idonea ad inserirsi autonomamente nella serie causale di produzione del danno e liberare così da responsabilità il custode?

Leggi dopo

Non c'è danno in re ipsa in caso di immissioni intollerabili

06 Settembre 2019 | di Antonio Scalera

Cass. civ.

Risarcimento del danno da immissioni

Può ritenersi sussistente un danno in re ipsa ogni qualvolta venga accertata la non tollerabilità delle immissioni?

Leggi dopo

Il danno morale, autonoma voce di danno, deve essere liquidato in aggiunta al danno biologico psichico

04 Settembre 2019 | di Giovanni Gea

Cass. civ.

Danno morale

Il danno morale ed il danno biologico di natura psichica rappresentano la medesima voce di danno e, laddove sviluppati da persona psichicamente fragile, vanno liquidati in misura minore?

Leggi dopo

Investimento del pedone e condizioni per l'applicabilità dell'art. 1227 c.c.

30 Agosto 2019 | di Francesco Agnino

Cass. civ.

Pedone ex art. 190 e 191 c.d.s.

In caso di investimento del pedone a quali condizioni è ipotizzabile il suo concorso di colpa ex art. 1227 c.c.?

Leggi dopo

Pagine