Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Concorso fra cause umane e naturali: la differente valutazione della predisposizione e della vulnerabilità fra scienza medico legale ed accertamento giuridico

21 Aprile 2020 | di Ludovico Berti

Trib. Cuneo

Valutazione medico-legale del dolore e della sofferenza

Può dirsi sufficiente, per rivedere al ribasso il quantum debeatur, la mera presenza di uno stato di vulnerabilità o di predisposizione del danneggiato o, invece, si deve con certezza accertarsi che, a prescindere dal comportamento imputabile del danneggiante, detto stato si sarebbe comunque evoluto in senso patologico invalidante.

Leggi dopo

Risarcimento del danno e concorso di colpa del minore: valutazione oggettiva della condotta, non rileva la culpa in vigilando dei genitori

14 Aprile 2020 | di Rita Russo

Cass. civ.

Responsabilità dei genitori

Ai fini della riduzione del risarcimento del danno in applicazione del comma 1 dell'art. 1227 c.c., deve valutarsi esclusivamente se il danneggiato abbia tenuto o meno un comportamento oggettivamente in contrasto con una regola di condotta, stabilita da ..

Leggi dopo

Consulenza tecnica resa nel giudizio penale: quale efficacia probatoria in sede civile?

10 Aprile 2020 | di Pasqualina Farina

Trib. Reggio Emilia

La consulenza tecnica medico legale

È quella della presunzione semplice ex art. 2729 c.c. (o dell'argomento di prova).

Leggi dopo

Danno all'immagine e risarcimento. I limiti della Cassazione

06 Aprile 2020 | di Gianluca Denora

Cass. civ.

Danno da lesione del diritto all'immagine, alla reputazione, all’onore e al decoro della persona fisica e giuridica

Stabilire se un'espressione, uno scritto, un documento, siano effettivamente lesivi dell'onore e della reputazione altrui costituisce un accertamento in fatto da svolgersi tenendo conto di allegazioni e prova, anche attraverso presunzioni gravi, precise e concordanti, della diffusione dello scritto, della rilevanza dell'offesa e della posizione sociale della vittima.

Leggi dopo

Allergia alla lattoglobulina e decesso per shock anafilattico dell'avventore del ristorante: la cameriera “distratta” risponde di omicidio colposo

31 Marzo 2020 | di Francesco Agnino

Trib. Salerno

Responsabilità contrattuale e/o extracontrattuale (in genere)

La condotta della cameriera da sala che, tempestivamente informata della allergia alimentare del consumatore, ometta di verificare analiticamente gli ingredienti contenuti nel pasto servito risponde a titolo di colpa specifica per il decesso del consumatore per arresto cardiorespiratorio determinato shock anafilattico?

Leggi dopo

Danno non patrimoniale: presupposti, astratta configurabilità del reato e poteri di accertamento del giudice civile

27 Marzo 2020 | di Cristiano De Giovanni

Cass. civ.

Risarcimento del danno non patrimoniale

La risarcibilità del danno non patrimoniale, ai sensi dell'art. 2059 c.c. e in relazione all'art. 185 c.p., non richiede che il fatto illecito integri in concreto un reato..

Leggi dopo

Danni da attraversamento di un capriolo: responsabile la Provincia, se vi è stata negligenza in concreto

23 Marzo 2020 | di Antonio Scalera

Cass. civ.

Danno cagionato da animali

La questione della quale è investita la Corte di legittimità attiene alla responsabilità della PA in caso di danni cagionati dalla fauna selvatica.

Leggi dopo

La responsabilità professionale dell'avvocato

20 Marzo 2020 | di Giulio Amodio

Cass. civ.

Responsabilità dell'avvocato

L'ordinanza in commento affronta il problema della sindacabilità in sede di legittimità della valutazione prognostica compiuta dal giudice sul probabile esito dell'attività professionale omessa dall'avvocato.

Leggi dopo

RC Sanitaria: l’accesso agli atti del Comitato Valutazione Sinistri (CVS)

18 Marzo 2020 | di Giuseppe Chiriatti

Cons. Stato

Responsabilità medica contrattuale e/o extracontrattuale

Ammettendo il pieno accesso agli atti del CVS con esclusione delle sole parti contenenti valutazioni di carattere difensivo e fermo il divieto di utilizzazione in giudizio dei documenti esibiti, il Consiglio di Stato perviene ad un equo contemperamento tra l’interesse della P.A. e quello del paziente. D’altro canto, la pronuncia in commento denuncia un vuoto normativo particolarmente grave, che riduce la disposizione di cui al primo comma dell’art. 4 Legge Gelli (“ … le prestazioni sanitarie erogate dalle strutture pubbliche e private sono soggette all'obbligo di trasparenza … ") ad una mera petizione programmatica.

Leggi dopo

Cassazione: sì alle intercettazioni se i reati diversi sono connessi

16 Marzo 2020 | di Ilenia Alagna

Cass. pen.

Onere di allegazione e prova del danno patrimoniale e non patrimoniale

Se due reati di diversa tipologia, sono connessi tra loro, cade il divieto di utilizzare le intercettazioni nel procedimento diverso da quello per il quale sono state autorizzate?

Leggi dopo

Pagine