Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Non basta l’accertamento della responsabilità del notaio per condannarlo al risarcimento del danno

14 Aprile 2017 | di Eloisia Minolfi

Trib. Bologna

Responsabilità del notaio

Per quanto sia onere del notaio eseguire le visure catastali e ipotecarie al fine di accertare quali diritti e su quali porzioni immobiliari il venditore possa legittimamente trasferire la proprietà al compratore, grava in capo a chi contesta l’operato del professionista l'obbligo di fornire prova del danno di cui si chiede il risarcimento.

Leggi dopo

Abusiva reiterazione di contratti a termine nel settore scolastico e risarcimento del danno

12 Aprile 2017 | di Maria Del Frate

Cass. civ.

Risarcimento del danno patrimoniale

Va riconosciuto il diritto al risarcimento del danno nelle ipotesi di reiterazione illegittima di contratti a termine stipulati nel settore scolastico su c.d. organico di diritto.

Leggi dopo

Clausola “claims made” impura e giudizio di meritevolezza: il gravoso onere della prova dell’assicurato

10 Aprile 2017 | di Ombretta Salvetti

Trib. Roma

Clausola claims made

Il Tribunale di Roma ha affrontato la questione dell'operatività delle garanzie assicurative azionate in giudizio, in particolare della natura della clausola “claims made” invocata dalle imprese assicuratrici quale fonte dell'inefficacia temporale della garanzia e del giudizio di meritevolezza/non meritevolezza della clausola in rapporto al modello codicistico del contratto assicurativo e, specificamente, dell'art. 1917 c.c.

Leggi dopo

Il direttore dei lavori incaricato dal committente deve verificare anche la regolarità del progetto?

06 Aprile 2017 | di Filippo Rosada

Cass. civ.

Responsabilità del direttore dei lavori e del direttore di cantiere

Il direttore dei lavori nominato dal committente dell’opera risponde, insieme all’appaltatore, di eventuali errori progettuali?

Leggi dopo

Il danno esistenziale va risarcito anche dopo le sentenze di San Martino

05 Aprile 2017 | di Antonio Scalera

Cass. civ.

Danno esistenziale

Affinché il Giudice possa compiutamente valutare la fondatezza della domanda risarcitoria e liquidare, in modo adeguato e proporzionato, il danno “esistenziale”, è necessario che la parte alleghi e provi, anche a mezzo di presunzioni, il cambiamento di vita, l'alterazione/cambiamento della sua personalità, lo sconvolgimento dell'esistenza che siano stati cagionati dall'illecito.

Leggi dopo

La legittimazione attiva unitaria del curatore fallimentare

03 Aprile 2017 | di Enrico Basso

Cass. civ.

Responsabilità dell’amministratore di società

Il curatore fallimentare è legittimato all'esercizio dell'azione di responsabilità contro gli amministratori di società commerciale anche per fatti di bancarotta preferenziale.

Leggi dopo

Danno biologico permanente di lieve entità: sì al risarcimento anche senza accertamento strumentale obiettivo

30 Marzo 2017 | di Giuseppe Sileci

Trib. Padova

Danno biologico permanente

Il danno biologico permanente di lieve entità derivante da sinistro stradale è risarcibile anche in assenza di accertamento clinico strumentale obiettivo.

Leggi dopo

Pallonata sull’occhio di un bambino: l’allenatore non risponde dei danni

28 Marzo 2017 | di Antonio Scalera

Cass. civ.

Responsabilità dei precettori

La lesione riportata da un allievo di una scuola calcio costituisce un comportamento che, pur prevedibile durante un allenamento calcistico, non può ritenersi evitabile.

Leggi dopo

Lesione del diritto all’oblio da parte dei gestori di motori di ricerca su internet

22 Marzo 2017 | di Antonino Barletta

Trib. Milano

Responsabilità del provider

Come deve essere interpretata l’espressione «nel contesto delle attività di uno stabilimento» di cui all’art. 4 Dir. 95/46/CE ai fini dell’individuazione della legge applicabile in materia di trattamento dei dati personali?

Leggi dopo

Diffamazione on line a mezzo stampa: no alla cautela preventiva

17 Marzo 2017 | di Ilenia Alagna

Cass. civ.

Risarcimento del danno da diffamazione

Nel caso in cui sia dedotto il contenuto diffamatorio di notizie contenute in una testata on line, questa non può essere oggetto, in tutto o in parte, di provvedimento cautelare preventivo o inibitorio, di contenuto equivalente al sequestro o che ne impedisca o limiti la diffusione, ferma restando la tutela eventualmente concorrente prevista in tema di protezione dei dati personali.

Leggi dopo

Pagine