Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Costituzione in giudizio dell’impresa gestionaria in nome e per conto della debitrice: è legittimo

24 Novembre 2016 | di Filippo Rosada

Cass. civ.
Trib. Milano

Responsabilità da circolazione di veicoli

Il mandato in forza del quale si costituisce la compagnia gestionaria non è nullo per illiceità della causa ex art. 1343 c.c. in quanto la gestionaria agisce in qualità di mandataria della compagnia debitrice: le conseguenze di un’eventuale sentenza di condanna si produrrebbero unicamente su quest’ultima.

Leggi dopo

Danno alla professionalità: il risarcimento è dovuto anche in assenza di allegazioni dettagliate del lavoratore

16 Novembre 2016 | di Andrea Ferrario

Cass. civ.

Onere di allegazione e prova del danno patrimoniale e non patrimoniale

Anche laddove manchino allegazioni specifiche del lavoratore, il risarcimento del danno da dequalificazione professionale è dovuto se le stesse sono comunque desumibili dall’impostazione del ricorso.

Leggi dopo

Nella gestione del sinistro le spese legali della fase stragiudiziale costituiscono danno consequenziale ex art. 1223 cc e vanno riconosciute

14 Novembre 2016 | di Donatella Salari

Cass. civ.,

Indennizzo diretto

Nel risarcimento diretto sono rimborsabili i compensi professionali sostenuti dall’assicurato per la prestazione professionale di un legale.

Leggi dopo

Il calcolo del danno differenziale e l’estensione del diritto di surrogazione dell’Inail

08 Novembre 2016 | di Andrea Penta

App. Torino

Danno differenziale

Per calcolare il c.d. "danno biologico differenziale" dall'ammontare complessivo del danno biologico deve essere detratto solo il valore capitale della quota di essa destinata a ristorare il danno biologico.

Leggi dopo

La responsabilità dell’avvocato ed il pregiudizio del suo cliente

03 Novembre 2016 | di Francesco Agnino

Cass. civ.

Responsabilità dell'avvocato

La responsabilità dell'avvocato, nella specie per omessa proposizione di impugnazione, non può affermarsi per il solo fatto del suo non corretto adempimento dell'attività professionale.

Leggi dopo

Il mancato rispetto dell'obbligo di precedenza non esclude il dovere del conducente favorito di osservare le norme sulla circolazione stradale

02 Novembre 2016 | di Paolo Mariotti , Raffaella Caminiti

App. Milano

Responsabilità da circolazione di veicoli

La graduazione delle responsabilità, ai fini del risarcimento dei danni, va effettuata con esclusivo riguardo al loro grado di incidenza eziologica e alla gravità della colpa di ciascuno dei concorrenti.

Leggi dopo

Responsabilità della struttura ospedaliera e del medico per consenso informato su intervento diverso da quello effettivamente eseguito

31 Ottobre 2016 | di Ivan Dimitri Calaprice

App. Milano

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

Il consenso informato è correttamente raccolto se reso all'esito di un'informazione circa i trattamenti chirurgici effettivamente svolti.

Leggi dopo

Danno da perdita di chance di sopravvivenza e risarcimento in favore dei familiari

26 Ottobre 2016 | di Rita Rossi

Trib. Como

Danno da perdita di chances in materia sanitaria

Il cd. danno da perdita di chance di sopravvivenza è danno patrimoniale, che consegue all'omissione della diagnosi di un processo morboso e consiste nell'impossibilità per il paziente di scegliere cosa fare nell'ambito di ciò che la scienza medica suggerisce per garantire la salute fino all'esito infausto.

Leggi dopo

Quali limiti al cumulo della negoziazione assistita con la mediazione?

25 Ottobre 2016 | di Antonino Barletta

Trib. Verona

Negoziazione Assistita

Non si cumulano l'obbligo alla mediazione obbligatoria finalizzata alla conciliazione e quello alla negoziazione assistita, ove una domanda di risarcimento di entità superiore a 50.000 € sia proposta in relazione a più titoli di responsabilità concorrenti tra loro.

Leggi dopo

L'illecito endofamiliare è soggetto alla prescrizione quinquennale

24 Ottobre 2016 | di Antonio Scalera

Cass. civ.

Danno endofamiliare

Il provvedimento in commento si colloca nell'ambito del formante dottrinale e giurisprudenziale, tanto di merito quanto di legittimità, che ha da tempo enucleato la nozione di illecito endofamiliare. L'orientamento tradizionale, saldamente consolidato e condiviso fino a una decina di anni fa, che escludeva qualsivoglia forma di tutela risarcitoria all'interno della famiglia è ora mutato.

Leggi dopo

Pagine