Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Azione del danneggiato all'estero nei confronti della mandataria: inammissibilità

10 Gennaio 2017 | di Carlo Bretzel, Caterina A. Davelli

Sinistri avvenuti all'estero

L’ 4 della direttiva 2000/26/CE non impone agli Stati membri di prevedere che il mandatario, designato ai sensi di tale articolo per la liquidazione dei sinistri, possa essere esso stesso convenuto in luogo dell'impresa di assicurazione che rappresenta.

Leggi dopo

Il divieto di concorrenza dell’affittuario dopo la scadenza del contratto di affitto d’azienda

04 Gennaio 2017 | di Claudio Tatozzi

App. Milano

Risarcimento del danno da violazione nel settore della concorrenza (antitrust)

Deve essere interpretato in modo estensivo il divieto di concorrenza previsto dall'art. 2557, comma 4: oltre che a carico del locatore, deve ritenersi sussistente anche a carico dell’affittuario dopo la scadenza del contratto.

Leggi dopo

Responsabilità del notaio in qualità di delegato dal giudice dell'esecuzione alle operazioni di vendita forzata (art. 591-bis c.p.c.)

02 Gennaio 2017 | di Ombretta Salvetti

Trib. Avellino

Responsabilità del notaio

Il notaio delegato ad una funzione pubblica agisce quale sostituto del giudice, ma risponde nei confronti dei terzi, personalmente, a titolo contrattuale.

Leggi dopo

Il Comune non è responsabile della morte per annegamento in mare di un uomo se l’evento è imputabile solo alla sua condotta imprudente

30 Dicembre 2016 | di Stefano Parma

Cass. civ.

Danno alla persona

L’obbligo risarcitorio delle pubbliche Autorità che abbiano violato i generali obblighi di precauzione è escluso se l'unica causa della morte di un individuo è la sua condotta negligente di assunzione colpevole e volontaria di un rischio grave per la vita.

Leggi dopo

Buca stradale: nessun risarcimento se la caduta è determinata da imprudenza del danneggiato

29 Dicembre 2016 | di Vincenzo Papagni

Cass. civ.

Insidia, trabocchetto

Se scendendo dall'auto una persona cade a causa di una buca sul manto stradale è responsabile il Comune per le lesioni riportate a seguito della caduta?

Leggi dopo

La vacanza rovinata e il diritto al risarcimento del danno

27 Dicembre 2016 | di Eloisia Minolfi

App. Milano

Responsabilità civile da vacanza rovinata

Nel caso di danno da vacanza rovinata è da considerare risarcibile anche il danno non patrimoniale, oltre al pregiudizio economico la cui risarcibilità è ormai incontestata?

Leggi dopo

La falsità del certificato assicurativo non è opponibile al terzo danneggiato

23 Dicembre 2016 | di Antonio Scalera

Cass. civ.

Assicurazione obbligatoria per veicoli a motore e natanti

In caso di certificato assicurativo falsamente retrodatato, gli atti dell'intermediario producono effetti direttamente nei confronti dell'assicuratore e sono a lui imputabili.

Leggi dopo

Risponde il Comune per le valutazioni errate dei Servizi Sociali causa dell'allontanamento di un minore dalla famiglia

22 Dicembre 2016 | di Francesco Pisano

Cass. civ.

Responsabilità della P.A.

Il Comune risponde ex art. 2049 c.c. per il fatto colposo dei suoi operatori che, facendo affidamento sui sospetti di persona priva della competenza necessaria alla valutazione del caso, sollecitino un provvedimento traumatico come l'allontanamento di un bambino dalla famiglia.

Leggi dopo

Responsabilità professionale dell'avvocato per omessa impugnazione e nesso eziologico fra inadempimento e danno

20 Dicembre 2016 | di Ombretta Salvetti

Trib. Verona

Responsabilità dell'avvocato

Se l'attività professionale prestata dal legale a favore del cliente è risultata priva di qualsiasi utilità, l'avvocato non ha diritto a riconoscimento economico per le proprie prestazioni.

Leggi dopo

Sussiste nesso eziologico tra esposizione all'amianto e patologia insorta a oltre 20 anni di distanza

13 Dicembre 2016 | di Marco Azzoni

Trib. Napoli,

Danno da amianto

Esiste un rapporto causale unanimemente riconosciuto tra mesotelioma pleurico ed esposizione all'amianto. Pertanto, ove l'esposizione lavorativa sia accertata, può ritenersi dimostrata la rilevanza causale di quest'ultima rispetto alla patologia insorta anche a notevole distanza di tempo, atteso che l'intervallo di tempo tra l'esposizione stessa e l'esordio di tale malattia è attualmente valutato nell'ordine dei 20-40 anni.

Leggi dopo

Pagine