News

News su Danno da lesione del diritto all'immagine, alla reputazione, all’onore e al decoro della persona fisica e giuridica

Spetta alla RAI dimostrare di aver adottato ogni misura per impedire il riconoscimento delle vittime del processo penale trasmesso in TV

10 Aprile 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Danno da lesione del diritto all'immagine, alla reputazione, all’onore e al decoro della persona fisica e giuridica

Immagini del processo penale trasmesse in TV: se la vittima è facilmente riconoscibile, è legittima la richiesta di risarcimento.

Leggi dopo

Richiesto l’intervento delle Sezioni Unite per il corretto bilanciamento tra diritto di cronaca e diritto all’oblio

09 Novembre 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Danno da lesione del diritto all'immagine, alla reputazione, all’onore e al decoro della persona fisica e giuridica

La Terza Sezione della Suprema Corte rimette gli atti al Primo Presidente gli atti per l’eventuale assegnazione della causa alle Sezioni Unite sulla risoluzione della questione, considerata massima di particolare importanza, sul bilanciamento tra diritto di cronaca, a servizio dell’interesse pubblico, e diritto all’oblio, posto a tutela invece della riservatezza della persona.

Leggi dopo

Informativa di reato: escluso il risarcimento del danno da lesione della reputazione, è adempimento di un dovere

15 Ottobre 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Danno da lesione del diritto all'immagine, alla reputazione, all’onore e al decoro della persona fisica e giuridica

L’informativa di reato, così come resa da due carabinieri, non può integrare il reato di diffamazione, essendo un atto indirizzato solo al Pubblico Ministero, poiché manca l’elemento della comunicazione diretta a più persone in assenza dell’offeso. Nemmeno la circostanza che tale informativa potesse essere stata letta dal personale di cancelleria e dall’Ufficio del PM è idonea a contrastare tale argomentazione.

Leggi dopo

Assolto da omicidio…ma con formula dubitativa, negato il risarcimento richiesto ai consulenti del PM per danno alla reputazione

26 Settembre 2014 | di Redazione Scientifica

Danno da lesione del diritto all'immagine, alla reputazione, all’onore e al decoro della persona fisica e giuridica

Assolto dall’accusa di omicidio colposo perché il fatto non sussiste il medico fa causa ai consulenti tecnici del PM che l’avevano ritenuto responsabile della morte della paziente. Chiede il risarcimento danni per lesione della reputazione e immagine, ma il giudice non accoglie la sua richiesta per intervenuta prescrizione, che fa decorrere dal rinvio a giudizio e non dalla sentenza di assoluzione.

Leggi dopo