News

News su Danno cagionato da cose in custodia

Superficie non adeguata all’altezza del gioco per bambini: caduta addebitabile al Comune

17 Luglio 2020 | di Attilio Ievolella

Cass. civ.

Danno cagionato da cose in custodia

Confermata la responsabilità dell’ente locale per la disavventura vissuta da un minore all’interno di un parco giochi. Riconosciuto il risarcimento in favore del genitore del bambino e quantificato in oltre 11mila euro.

Leggi dopo

Caduta in motorino a causa di una voragine: non spetta al danneggiato provare l’anomalia della strada

24 Giugno 2020 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Danno cagionato da cose in custodia

La responsabilità configurata dall’art. 2051 c.c. in capo all’ente proprietario della strada per i danni subiti a causa di anomalie della struttura della stessa, è caratterizzata dall’inversione dell’onere della prova.

Leggi dopo

Responsabile anche la società custode del pontile se nonostante il fondale basso un villeggiante si era tuffato, battendo la testa

05 Giugno 2020 | di Renato Savoia

Cass. civ.

Danno cagionato da cose in custodia

L’evento dannoso può trovare causa o concausa nel comportamento della vittima, ma affinché quest’ultimo assuma efficienza causale autonoma ed esclusiva deve essere qualificabile come abnorme.

Leggi dopo

Si fa male scivolando sul pavimento condominiale bagnato: il danneggiato doveva fare più attenzione?

25 Febbraio 2020 | di Stefano Calvetti

Cass. civ.

Danno cagionato da cose in custodia

Il caso fortuito, rappresentato dalla condotta del danneggiato, è connotato dall'esclusiva efficienza causale nella produzione dell'evento; a tal fine, la condotta del danneggiato che entri in interazione con la cosa si atteggia diversamente a seconda del grado di incidenza causale sull'evento dannoso, in applicazione - anche ufficiosa - dell'art. 1227 c.c., comma 1; e deve essere valutata tenendo anche conto del dovere generale di ragionevole cautela riconducibile al principio di solidarietà espresso dall'art. 2 Cost.

Leggi dopo

Lastra di ghiaccio sul marciapiede: nessuna colpa del Comune per il capitombolo dell’anziana signora

10 Febbraio 2020 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Cass. civ., sez. III, 6 febbraio 2020 n. 2872.pdf

Danno cagionato da cose in custodia

Ricostruito nei dettagli l’episodio, si è appurato che la caduta è stata provocata dal ghiaccio. Tuttavia, le note condizioni climatiche, l’età avanzata e le difficoltà di deambulazione avrebbero dovuto spingere la donna a una maggiore prudenza.

Leggi dopo

L’attraversamento di un gatto in autostrada integra l’ipotesi del caso fortuito

17 Gennaio 2020 | di Redazione Scientifica

Trib. Milano

Danno cagionato da cose in custodia

La presenza di un gatto in un tratto pianeggiante dell’autostrada è qualificabile come evento eccezionale ed imprevedibile. La fattispecie risulta inquadrabile nella categoria del fatto naturale: un gatto che attraversa la carreggiata di un’autostrada prima dell’alba.

Leggi dopo

Caduta della cliente a causa del pavimento bagnato: la responsabilità è del titolare del negozio, e l’assicurazione risponde

16 Gennaio 2020 | di Redazione Scientifica

Trib. Torre Annunziata

Danno cagionato da cose in custodia

La responsabilità delineata dall'art. 2051 c.c. può essere esclusa soltanto dal caso fortuito, riconducibile ad un elemento esterno, imprevedibile e inevitabile, che può essere costituito anche dal fatto del terzo o dello stesso danneggiato, che in modo imprudente abbia utilizzato impropriamente la cosa, così da costituire la causa esclusiva del danno. Dal momento che la clausola della polizza che prevede la copertura dei danni "involontariamente cagionati a terzi in conseguenza di un fatto accidentale" non contiene alcuna limitazione con riguardo a determinati gradi di colpa, è da ritenersi operante la garanzia anche in ipotesi di comportamento gravemente colposo dell'assicurato, con la sola eccezione delle condotte dolose.

Leggi dopo

Esclusa la responsabilità del gestore del parcheggio a pagamento senza custodia per il furto di veicolo

12 Dicembre 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Danno cagionato da cose in custodia

Alla società titolare dell’area di sosta non può essere addebitata nessuna responsabilità per il furto di un veicolo, lasciato nel parcheggio a pagamento gestito dall’azienda di trasporti della città, poiché un cartello all’ingresso del parcheggio avvisava i clienti che «le automobili non sarebbero state custodite».

Leggi dopo

Incidente causato da una buca appositamente segnalata: il Comune non deve risarcire

24 Ottobre 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ., sez. VI Civile - 3, ord. 16 ottobre 2019 n. 26244

Danno cagionato da cose in custodia

Se il danneggiato conosce la situazione del luogo in cui è avvenuto il sinistro, e se la condizione di dissesto del manto stradale è stata resa ampiamente visibile con apposita segnaletica, non è prevista alcuna condanna ex art. 2051 c.c. per il Comune.

Leggi dopo

Incendio divampato nell’immobile locato: chi risponde?

16 Ottobre 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Danno cagionato da cose in custodia

Ai sensi dell’art. 1588 c.c., il conduttore è responsabile nei riguardi del locatore dei danni causati dall’incendio dell’immobile locato, anche se causato da terzi che egli abbia ammesso all’uso o al godimento della cosa stessa, anche temporaneamente.

Leggi dopo

Pagine