News

News

Emergenza sanitaria e attività giudiziaria: udienze rinviate d’ufficio fino al 22 marzo

09 Marzo 2020 | di Redazione Scientifica

Profili processuali

In risposta alla straordinaria necessità ed urgenza di emanare disposizioni per contrastare l’emergenza epidemiologica da Coronavirus, è stato introdotto un “periodo cuscinetto” dal 9 al 22 marzo 2020 durante il quale le udienze dei procedimenti civili e penali pendenti presso tutti gli Uffici giudiziari d’Italia sono rinviate d’ufficio.

Leggi dopo

Disposizione del proprio corpo e dei tessuti post mortem: in Gazzetta la legge

06 Marzo 2020 | di Redazione Scientifica

l. 10 febbraio 2020 n. 10

Danno da lesione del diritto alla libertà personale

È stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 55 del 4 marzo, la legge n. 10 del 10 febbraio 2020, contenente norme in materia di disposizioni del proprio corpo e dei tessuti post mortem per finalità di studio, formazione e ricerca scientifica.

Leggi dopo

Condotta processuale illecita e azione di risarcimento del danno

05 Marzo 2020 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Responsabilità processuale aggravata e danno punitivo

La produzione illegittima di un certificato penale in giudizio configura violazione dell’art. 96 c.p.c. e il risarcimento del danno derivante da tale condotta processualmente illecita deve essere chiesto nel giudizio in cui questa è stata tenuta, e non attraverso autonoma azione.

Leggi dopo

L’ammissibilità delle prove atipiche nel processo civile

04 Marzo 2020 | di Redazione Scientifica

Trib. Reggio Emilia

Responsabilità medica contrattuale e/o extracontrattuale

Sono ritenute ammissibili nel processo civile le prove atipiche, non disciplinate dalla legge, la cui efficacia probatoria è quella delle presunzioni semplici ex art. 2729 c.c., posto che l’elencazione delle prove civili contenute nel codice di rito non è tassativa.

Leggi dopo

Sinistro privo di scontro tra veicoli: come opera la presunzione di colpa?

02 Marzo 2020 | di Laura Biarella

Cass. civ.

Responsabilità da circolazione di veicoli

La circostanza che non vi sia stato uno scontro tra veicoli impedisce l’applicazione della presunzione di ugual concorso di colpa, enunciata al secondo comma dell’art. 2054 c.c., ma non la presunzione di responsabilità prevista nel primo comma dello stesso articolo, in quanto tale presunzione insorge a carico del conducente sempre che sia accertato il nesso di causalità tra la circolazione di un veicolo e il danno all’altro veicolo.

Leggi dopo

Responsabile il dentista che sottopone il paziente a cure non solo inutili, ma che abbiano aggravato le condizioni di salute

28 Febbraio 2020 | di Renato Savoia

Cass. civ.

Responsabilità del medico libero professionista

Ribadito ancora una volta l’orientamento sul riparto dell’onere probatorio in tema di responsabilità contrattuale (o da contatto sociale) del sanitario.

Leggi dopo

Risarcimento danni e ripetizione dell’indebito da parte della compagnia assicurativa

27 Febbraio 2020 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Polizza assicurativa: contratto, forma, polizza all’ordine o al portatore

Laddove il giudice di seconde cure abbia negato l’operatività della polizza assicurativa invocata dal danneggiante, la compagnia assicurativa che abbia già versato al danneggiato la somma riconosciuta a titolo di risarcimento può agire per la ripetizione dell’indebito nei confronti dell’assicurato stesso e non del danneggiato.

Leggi dopo

Il danno morale si aggiunge a quello biologico

26 Febbraio 2020 | di Martina Tonetti

Cass. civ.

Danno morale

L’attribuzione congiunta del danno esistenziale e del danno biologico (inteso come danno che incide sulla vita quotidiana del soggetto e sulle sue attività dinamico-relazionali) costituisce una duplicazione risarcitoria, poiché tali “voci di danno” appartengono alla stessa area protetta dall’art. 32 Cost.; ciononostante, il giudice può compiere una differente ed autonoma valutazione circa la sofferenza interiore patita dal soggetto in conseguenza di una lesione di un suo diritto e ciò, anche, in conformità alla nuova formulazione dell’art. 138, lett. e), cod.ass.

Leggi dopo

Si fa male scivolando sul pavimento condominiale bagnato: il danneggiato doveva fare più attenzione?

25 Febbraio 2020 | di Stefano Calvetti

Cass. civ.

Danno cagionato da cose in custodia

Il caso fortuito, rappresentato dalla condotta del danneggiato, è connotato dall'esclusiva efficienza causale nella produzione dell'evento; a tal fine, la condotta del danneggiato che entri in interazione con la cosa si atteggia diversamente a seconda del grado di incidenza causale sull'evento dannoso, in applicazione - anche ufficiosa - dell'art. 1227 c.c., comma 1; e deve essere valutata tenendo anche conto del dovere generale di ragionevole cautela riconducibile al principio di solidarietà espresso dall'art. 2 Cost.

Leggi dopo

La condotta del minorenne va valutata al pari di quella di un soggetto capace

20 Febbraio 2020 | di Ilaria Pietroletti

Cass. civ.

Responsabilità del sorvegliante dell’incapace

Poiché l’accertamento richiesto dall’art. 1227, comma 1, c.c. riguarda il nesso di causalità oggettiva e prescinde dalla imputabilità della condotta sul piano soggettivo, la valutazione della condotta della vittima incapace deve essere effettuata secondo un criterio che non tiene conto della sua incapacità, ma opera su un piano elusivamente oggettivo e materiale

Leggi dopo

Pagine