News

News

Risarcimento del danno e acconti: la Corte di Cassazione chiarisce le modalità di calcolo degli importi da scomputare

30 Gennaio 2020 | di Massimiliano Summa

Cass. civ., sez. VI civ. - 3, ord. 24 gennaio 2020 n. 1637

Calcolo interessi

Nelle obbligazioni risarcitorie, il creditore deve essere risarcito, mediante la corresponsione degli interessi compensativi, del danno che si presume essergli derivato dall’impossibilità di disporre tempestivamente della somma dovuta e di impiegarla in maniera remunerativa.

Leggi dopo

Arto amputato per il ragazzo vittima di un incidente: evidente la lesione morale subita dai genitori

29 Gennaio 2020 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Danno morale

I genitori del ragazzo hanno citato in giudizio azienda sanitaria e medici dell’ospedale, chiedendo un adeguato risarcimento. Ora i Giudici chiariscono che in questa vicenda è logico presumere il danno non patrimoniale da questi subito, consistente nella sofferenza morale patita dal figlio.

Leggi dopo

Liquido tossico anziché acqua minerale dal distributore: responsabile la società di manutenzione

28 Gennaio 2020 | di Renato Savoia

Cass. civ.

Responsabilità del produttore

Non sussiste la colpa ex art. 2049 c.c. in capo alla società proprietaria della macchina distributrice di bevande, se a causa di un una errata manutenzione, svolta da personale della società a cui era stata affidata la manutenzione, una bambina aveva bevuto del liquido corrosivo che aveva cagionato lesioni gravissime.

Leggi dopo

Responsabilità dell’avvocato per omissione e applicazione della regola del “più probabile che non”

27 Gennaio 2020 | di Valentina A. Papanice

Cass. civ.

Responsabilità dell'avvocato

In tema di responsabilità professionale dell’avvocato per omesso svolgimento di un’attività da cui sarebbe potuto derivare un vantaggio per il cliente, la regola della preponderanza dell’evidenza o del “più probabile che non” si applica non solo all’accertamento del nesso di causalità tra omissione ed evento dannoso, ma anche all’accertamento del nesso tra quest’ultimo, quale elemento costitutivo della fattispecie, e le conseguenze dannose risarcibili, atteso che trattandosi di evento non verificatosi proprio a causa dell'omissione, lo stesso può essere indagato solo mediante un giudizio prognostico sull'esito che avrebbe potuto avere l'attività professionale omessa.

Leggi dopo

Liquidazione del danno patrimoniale per le spese di assistenza domiciliare per il danneggiato invalido

21 Gennaio 2020 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Risarcimento del danno patrimoniale

La liquidazione del danno patrimoniale relativo alle spese sostenute per l’assistenza domiciliare per la persona invalida presuppone che le spese siano state effettivamente sostenute. Il giudice deve inoltre detrarre dal credito risarcitorio sia i benefici spettanti alla vittima a titolo di indennità di accompagnamento, sia i benefici spettanti in virtù della legislazione regionale in tema di assistenza domiciliare. Il danno permanente futuro, per la necessità di sostenere una spesa periodica costante, non può infine essere liquidato con la mera moltiplicazione della spesa annua per il numero di anni di vita stimata.

Leggi dopo

L’attraversamento di un gatto in autostrada integra l’ipotesi del caso fortuito

17 Gennaio 2020 | di Redazione Scientifica

Trib. Milano

Danno cagionato da cose in custodia

La presenza di un gatto in un tratto pianeggiante dell’autostrada è qualificabile come evento eccezionale ed imprevedibile. La fattispecie risulta inquadrabile nella categoria del fatto naturale: un gatto che attraversa la carreggiata di un’autostrada prima dell’alba.

Leggi dopo

Caduta della cliente a causa del pavimento bagnato: la responsabilità è del titolare del negozio, e l’assicurazione risponde

16 Gennaio 2020 | di Redazione Scientifica

Trib. Torre Annunziata

Danno cagionato da cose in custodia

La responsabilità delineata dall'art. 2051 c.c. può essere esclusa soltanto dal caso fortuito, riconducibile ad un elemento esterno, imprevedibile e inevitabile, che può essere costituito anche dal fatto del terzo o dello stesso danneggiato, che in modo imprudente abbia utilizzato impropriamente la cosa, così da costituire la causa esclusiva del danno. Dal momento che la clausola della polizza che prevede la copertura dei danni "involontariamente cagionati a terzi in conseguenza di un fatto accidentale" non contiene alcuna limitazione con riguardo a determinati gradi di colpa, è da ritenersi operante la garanzia anche in ipotesi di comportamento gravemente colposo dell'assicurato, con la sola eccezione delle condotte dolose.

Leggi dopo

Sul danno erariale per mala gestio del segretario della federazione sportiva decide la Corte dei Conti

13 Gennaio 2020 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Responsabilità della P.A.

Il precettore del finanziamento risponde per danno erariale dinanzi alla Corte dei Conti, quando dispone della somma erogata in modo diverso da quello programmato, andando così a “frustrare” lo scopo perseguito dall’ente pubblico.

Leggi dopo

Assente al funerale del padre per colpa di un volo cancellato: esclusa la risarcibilità del danno

09 Gennaio 2020 | di Redazione Scientifica

Trib. Busto Arsizio

Responsabilità contrattuale e/o extracontrattuale (in genere)

Non è riscontrabile alcun «peggioramento della qualità della vita e felicità di vivere» nell’impossibilità di partecipare al funerale del padre a causa della cancellazione di un volo aereo. Non trova dunque accoglimento la domanda del figlio diretta al risarcimento del danno esistenziale.

Leggi dopo

Bimbo travolto dall’auto del nonno nel cortile di casa: alle Sezioni Unite la questione sulla copertura assicurativa

08 Gennaio 2020 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Assicurazione obbligatoria per veicoli a motore e natanti

Ai sensi dell’art. 122 cod. ass., la nozione di circolazione su aree equiparate alle strade di uso pubblico deve ritenersi comprensiva della circolazione su ogni spazio in cui il veicolo possa essere utilizzato in modo conforme alla sua funzione abituale?

Leggi dopo

Pagine