News

News

Niente attenuante per il notaio che abbia tenuto una condotta illecita sistematica e reiterata

27 Settembre 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Responsabilità del notaio

Respinto il ricorso proposto da un notaio che lamentava la mancata applicazione dell’attenuante prevista dall’art. 144 legge notarile (riparazione del danno o eliminazione delle conseguenze dannose dell’illecito) vista la sistematicità delle infrazioni commesse.

Leggi dopo

Risarcimento diretto: l’invio della raccomandata anche alla compagnia assicurativa del responsabile è condizione di proponibilità della domanda stessa

26 Settembre 2019 | di Redazione Scientifica

G.d.P. Firenze

Azione diretta, eccezioni contrattuali ed azione di rivalsa nella RC auto

Nella procedura di risarcimento diretto, se manca la prova dell’invio per conoscenza della richiesta stragiudiziale di risarcimento danni anche all’assicuratore del responsabile civile, la domanda deve essere dichiarata improponibile.

Leggi dopo

La micromobilità elettrica e la normativa di riferimento

24 Settembre 2019 | di Filippo Rosada

Responsabilità da circolazione di veicoli

La sempre maggiore presenza sulle strade urbane di conducenti di monopattini e monoruota elettrici, necessita un approfondimento della normativa di riferimento, anche al fine di poter meglio valutare le conseguenze di un eventuale incidente che coinvolga i predetti mezzi.

Leggi dopo

Risarcito il danno morale se, dal fatto noto, emerge la sofferenza patita dalla vittima del sinistro

23 Settembre 2019 | di Redazione Scientifica

Trib. Napoli

Danno morale

Deve essere riconosciuto anche il risarcimento del danno morale laddove, dall’analisi del fatto noto allegato, emerga con evidenza e immediatezza la sofferenza interiore soggettiva patita da colui che abbia riportato lesioni a seguito di incidente stradale.

Leggi dopo

Vittima lucida anche solo per due ore: il danno catastrofale deve essere riconosciuto

20 Settembre 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Danno catastrofale

Trattandosi di danno-conseguenza, l’accertamento dell’an presuppone «la prova della cosciente e lucida percezione dell’ineluttabilità della fine». Ai fini del riconoscimento del danno catastrofale, due ore e mezza costituiscono quell’apprezzabile lasso di tempo previsto dalla Sezioni Unite nella sentenza n. 15350/2015. In tale lasso di tempo la vittima è infatti riconosciuta come soggetto “capace” di essere titolare di diritti.

Leggi dopo

Carrozzeria responsabile del sinistro: possibile per il danneggiato cedere il credito risarcitorio

18 Settembre 2019 | di Renato Savoia

Cass. civ.

Risarcimento diretto

In tema di assicurazione per la r.c.a. nel caso in cui il danneggiato da sinistro stradale ceda al responsabile civile il credito risarcitorio che egli può azionare nei confronti della propria compagnia assicuratrice con azione diretta ex art. 149 cod. ass., la riunione in capo al cessionario delle qualità di creditore e debitore in solido non determina, in alcuna misura, l’estinzione per confusione dell’obbligazione, distinta e autonoma, gravante sull’assicuratore.

Leggi dopo

La presunzione di pari responsabilità in caso d’incidente è meramente sussidiaria

17 Settembre 2019 | di Fabio Piccioni

Cass. civ.

Responsabilità da circolazione di veicoli

Opera soltanto nel caso in cui le risultanze probatorie non consentano di accertare in quale misura la condotta dei singoli conducenti abbia cagionato in concreto l’evento dannoso e di attribuire, conseguentemente, le rispettive responsabilità.

Leggi dopo

Violata la clausola contrattuale che vieta la modifica non autorizzata del progetto: il danno non è in re ipsa

11 Settembre 2019 | di Paola Di Michele

Cass. civ.

Risarcimento del danno da lesione della proprietà intellettuale e industriale

In materia di diritti d’autore il pregiudizio non patrimoniale derivante dalla lesione del diritto inviolabile della persona è risarcibile, anche quando non sussista un fatto reato, a condizione che l’interesse leso abbia rilevanza costituzionale, che la lesione dell’interesse sia grave e che il danno non sia futile. Pertanto, la semplice violazione di una clausola contrattuale che vieta qualsiasi modifica non autorizzata del progetto e dell’opera non dà luogo ad un danno in re ipsa per effetto dell’inadempimento contrattuale.

Leggi dopo

Abbandonato dalla madre, trascorse 32 anni in ospedale psichiatrico senza ragione: risarcito per la privazione del diritto ad una famiglia

09 Settembre 2019 | di Renato Savoia

Cass. civ.

Danno da lesione degli altri diritti costituzionalmente garantiti

Dichiarato responsabile l'Ente che non aveva segnalato alle autorità competenti lo stato di abbandono morale e materiale in cui versava il minore, privandolo così del diritto ad una famiglia e, comunque, a vivere in un ambiente sano ed equilibrato.

Leggi dopo

Lesioni causate dal malfunzionamento degli airbag: a chi chiedere il risarcimento?

06 Settembre 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Assicurazione obbligatoria per veicoli a motore e natanti

L’autovettura urta contro il guard rail e il conducente riporta lesioni personali per il mancato funzionamento degli airbag, a causa di un difetto di fabbricazione. L’apposizione del marchio sull’automobile da parte della società (distributrice in Italia) “consociata” di un gruppo internazionale non prova la proprietà del marchio stesso e di conseguenza essa non può essere considerata produttrice del veicolo de quo.

Leggi dopo

Pagine