News

News

Il peggioramento della situazione delle vittime secondarie è risarcibile

06 Maggio 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Danno morale

I pregiudizi derivanti dal peggioramento della situazione delle vittime cd. secondarie a seguito delle gravi lesioni riportate dal congiunto, sono risarcibili.

Leggi dopo

Il danneggiante, contumace in prime cure, è litisconsorte necessario in appello

03 Maggio 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Assicurazione obbligatoria per veicoli a motore e natanti

Nel giudizio d’appello proposto dall’assicuratore nei confronti del solo danneggiato che aveva promosso azione diretta, si impone il litisconsorzio necessario del proprietario del veicolo assicurato, per l’evidente interesse di questo a prendere parte al processo allo scopo di influire sulla concreta entità del danno, di cui egli potrebbe essere chiamato a rispondere in via di rivalsa.

Leggi dopo

Il ristoro del danno biologico non può essere subordinato all’accertamento strumentale della lesione subita

30 Aprile 2019 | di Alessandro Villa

Cass. civ.

La consulenza tecnica medico legale

Ferma restando la necessità di un rigoroso accertamento medico-legale da compiersi in base a criteri oggettivi, la sussistenza dell’invalidità permanente non può essere esclusa per il solo fatto che non sia documentata da un referto strumentale per immagini sulla base di un automatismo che vincoli, sempre e comunque, il riconoscimento dell’invalidità permanente a una verifica strumentale.

Leggi dopo

Irrilevante la detenzione domiciliare ai fini dell’indennità per violazione dell’art. 3 CEDU

24 Aprile 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Ingiusta detenzione

La domanda di indennizzo per violazione dell’art. 3 CEDU deve essere proposta, a pena di decadenza, entro 6 mesi dalla cessazione dello stato di detenzione o della custodia in carcere, non potendo a tal fine assimilare la detenzione domiciliare.

Leggi dopo

Se viene lamentata la violazione al diritto all’autodeterminazione, l’esito dell’intervento e la sua necessarietà sono irrilevanti

23 Aprile 2019 | di Renato Savoia

Cass. civ.

Responsabilità medica contrattuale e/o extracontrattuale

Differente è il caso in cui il paziente chieda il risarcimento del danno alla salute, riconducibile all’assenza di adeguata informazione all’intervento o trattamento, da quello in cui si dolga direttamente del pregiudizio discendente da detta condotta omissiva, per il sol fatto della lesione del diritto ad autodeterminarsi.

Leggi dopo

La clausola claims made nei contratti assicurativi della responsabilità degli avvocati: istruzioni per l’uso

23 Aprile 2019 | di Fabio Valerini

Cass. civ.

Clausola claims made

Anche l’avvocato deve prestare la massima attenzione alle clausole del contratto con cui assicura la propria responsabilità professionale perché diversamente potrebbe costargli caro: nessun risarcimento e spese legali da rifondere all’assicurazione chiamata in giudizio.

Leggi dopo

Infortunio a scuola: se dovuto a ragionevole causa fortuita non è addebitabile nessuna responsabilità all’Istituto scolastico

18 Aprile 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Onere di allegazione e prova del danno patrimoniale e non patrimoniale

La prova dell’illecito commesso da altro studente è a carico dell’infortunato, mentre è onere della scuola dimostrare di aver attuato ogni cautela per evitare l’infortunio. Se l’incidente è avvenuto per una ragionevole causa fortuita, legata alle fisiologiche modalità di gioco della pallamano nessuna responsabilità è addebitabile alla scuola.

Leggi dopo

Scoppio della caldaia del vicino: risarcimento a carico del proprietario o del conduttore?

17 Aprile 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Responsabilità per danni in condominio

In tema di risarcimento del danno, la figura di "custode" non è riferibile a uno status giuridico predeterminato tra il soggetto e la cosa, ma è colui che ha il potere effettivo, dinamico ed esclusivo sulla stessa, inteso come "potestà di fatto", che deve essere anche disponibilità giuridica.

Leggi dopo

Mancato rilascio della patente per insussistenza dei requisiti morali: norma incostituzionale?

15 Aprile 2019 | di Giuseppe Marino

Corte Cost.

Responsabilità da circolazione di veicoli

Il diniego della patente di guida per “insussistenza dei requisiti morali” a seguito di una condanna per reati in materia di stupefacenti riflette una condizione ostativa che, diversamente dalla revoca del titolo, opera a monte del suo conseguimento e non incide su alcuna aspettativa consolidata dell’interessato.

Leggi dopo

Danno biologico differenziale: lo scomputo è per poste omogenee

12 Aprile 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Danno differenziale

In tema di liquidazione del danno biologico cd. differenziale, di cui il datore di lavoro è chiamato a rispondere nei casi in cui opera la copertura assicurativa INAIL in termini coerenti con la struttura bipolare del danno-conseguenza, va operato un computo per poste omogenee, sicché, dall’ammontare complessivo del danno biologico, va detratto non già il valore capitale dell’intera rendita costituita dall’INAIL, ma solo il valore capitale della quota di essa destinata a ristorareil danno biologico stesso.

Leggi dopo

Pagine