News

News

Malformazione feto: nessuna colpa medica se l’errata diagnosi è dipesa dalla limitatezza degli strumenti clinici dell’epoca

14 Marzo 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Danno da nascita indesiderata

Non sussiste alcuna responsabilità in capo ai medici, se l’errata diagnosi è dipesa, non tanto dall’inadeguatezza organizzativa, bensì dall’intrinseca limitatezza tecnica degli strumenti clinici dell’epoca.

Leggi dopo

Tabelle milanesi: disapplicazione possibile solo se motivata

09 Marzo 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Tabella del Tribunale di Milano

La disapplicazione degli importi minimi o massimi previsti dalle tabelle di risarcimento del danno non patrimoniale è possibile solo se viene adeguatamente motivata.

Leggi dopo

Da risarcire il danno da mancato apporto in futuro dell’attività di casalinga

08 Marzo 2016 | di Redazione Scientifica

Trib. Milano

Danno patrimoniale futuro della vittima principale ipotesi particolari

In caso di morte in un incidente stradale della madre-moglie di famiglia il giudice può liquidare il pregiudizio patrimoniale circa il mancato apporto in futuro dell’attività di casalinga della defunta, apporto che verrà sostituito dall'impiego di una colf.

Leggi dopo

La Cassazione condanna il ricorrente al pagamento di € 5.000 per la totale insostenibilità degli argomenti posti a fondamento del ricorso

07 Marzo 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Responsabilità processuale aggravata e danno punitivo

Se il ricorso di legittimità viene proposto almeno con colpa grave, il ricorrente è condannato al pagamento di una somma ulteriore rispetto alle spese di lite.

Leggi dopo

Pubblicazione arbitraria di atti del procedimento penale ed irrisarcibilità del danno non patrimoniale di lieve entità

04 Marzo 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Risarcimento del danno da diffamazione

Le Sezioni Unite si sono espresse in riferimento al contrasto giurisprudenziale esistente in riferimento al combinato disposto degli artt. 684 c.p. (Pubblicazione arbitraria di atti di un procedimento penale) e 114 c.p.p. (Divieto di pubblicazione di atti e di immagini).

Leggi dopo

La parte è responsabile delle espressioni offensive negli atti difensivi

03 Marzo 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Responsabilità dell'avvocato

Destinataria della domanda di risarcimento del danno ex art. 89, comma 2, c.p.c., è sempre e solo la parte che, se condannata, potrà rivalersi nei confronti del difensore cui siano addebitabili le espressioni offensive, ove ne ricorrano le condizioni.

Leggi dopo

Spese legali stragiudiziali: quando sono dovute?

01 Marzo 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Indennizzo diretto

È sempre irrisarcibile la spesa per compensi all’avvocato quando la gestione del sinistro non presentava alcuna difficoltà, i danni da esso derivanti erano modestissimi, e l’assicuratore aveva prontamente offerto la dovuta assistenza al danneggiato.

Leggi dopo

La Cassazione sul danno morale soggettivo: come liquidarlo?

29 Febbraio 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Danno morale

Ai fini della quantificazione equitativa del danno morale, l’utilizzo del metodo del rapporto percentuale, rispetto alla quantificazione del danno biologico individuato nelle tabelle in uso in epoca anteriore alle sentenze di San Martino, non comporta che, accertato il primo, il secondo non abbia bisogno di alcuna verifica, perché se così fosse si duplicherebbe il risarcimento degli stessi pregiudizi.

Leggi dopo

È annullabile la polizza sulla vita stipulata da un donna malata di Alzheimer

26 Febbraio 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Assicurazione sulla vita

Nell’assicurazione sulla vita l’indicazione di un terzo come beneficiario di persona non legata al designante da un vincolo di mantenimento o di dipendenza economica, deve presumersi, fino a prova contraria, compiuta a spirito di liberalità, e costituisce una donazione indiretta. Ne consegue che ad essa è applicabile l’art. 775 c.c., e se compiuta da incapace naturale è annullabile a prescindere dal pregiudizio che quest’ultimo possa averne risentito.

Leggi dopo

La Cassazione torna sul concetto di circolazione stradale e ribadisce l’orientamento delle S.u.

25 Febbraio 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Responsabilità da circolazione di veicoli

La nozione di circolazione stradale, ex art. 2054 c.c., contempla: il veicolo in posizione di arresto, l’ingombro operato dalla vettura sugli spazi adibiti alla circolazione, le operazioni propedeutiche alla partenza o collegate alla fermata e tutte le attività che il veicolo è destinato a compiere e per le quali può circolare.

Leggi dopo

Pagine