News

News

Incidente stradale avvenuto all’estero: l’impresa mandataria può essere convenuta in giudizio in luogo della compagnia estera che rappresenta?

16 Dicembre 2016 | di Filippo Rosada

Sinistri avvenuti all'estero

L’art. 4 della dir. 2000/26 deve essere interpretato nel senso che esso impone agli Stati membri di prevedere che il mandatario designato, ai sensi di tale articolo, per la liquidazione dei sinistri possa essere esso stesso convenuto, in luogo dell’impresa di assicurazione che rappresenta, dinanzi al giudice nazionale adito con domanda di risarcimento da una persona lesa che rientri nell’ambito di applicazione dell’art. 1 di tale direttiva?

Leggi dopo

Il veicolo sconosciuto nel corso del giudizio diventa noto: viene meno la legittimazione dell'impresa designata per il FGVS?

13 Dicembre 2016 | di Redazione Scientifica

Fondo vittime della strada

A carico dell'impresa designata per il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada l'obbligazione risarcitoria si stabilizza al momento della proposizione della domanda e non può venire meno nel caso in cui, nel corso del giudizio, si giunga all’identificazione del responsabile.

Leggi dopo

Danno differenziale del macroleso deceduto a causa delle lesioni da esposizione all’amianto: criteri di liquidazione

29 Novembre 2016 | di Redazione Scientifica

Trib. Taranto, sez. lav., 27 ottobre 2016 n. 3488

Danno da amianto

Al fine di risarcire agli eredi il danno non patrimoniale differenziale patito dal de cuius quale macroleso per esposizione all’amianto durante l’attività lavorativa in rapporto di dipendenza, deceduto dopo un apprezzabile lasso di tempo a causa delle medesime lesioni, è necessario procedere ad una liquidazione in via equitativa con dei necessari aggiustamenti rispetto alla mera applicazione delle tabelle milanesi, in considerazione della morte intervenuta in un apprezzabile lasso temporale.

Leggi dopo

Scivola sulle scale condominiali bagnate e si procura lesioni: il condominio e il suo amministratore devono risarcire i danni al condomino

24 Novembre 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ., sez. III, 22 novembre 2016 n. 23727

Responsabilità del condominio nei confronti dei condomini e dei terzi

L’acqua presente sulle scale, che provoca la caduta di un condomino, non può essere qualificabile come evento imprevedibile, autonomo, eccezionale ed inevitabile; pertanto, la responsabilità oggettiva ex art. 2051 non può essere esclusa per caso fortuito.

Leggi dopo

Cartella clinica incompleta e prova presuntiva del nesso di causa con il danno iatrogeno subito dal paziente

23 Novembre 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ., sez. III, 8 novembre 2016 n. 22639

Responsabilità del medico dipendente di struttura pubblica

Nell’incompletezza della cartella clinica è ravvisabile, anche in virtù del principio di prossimità della prova, il presupposto perché scatti la prova presuntiva del nesso causale a sfavore del medico.

Leggi dopo

Responsabilità professionale dell’avvocato

21 Novembre 2016 | di Michele Liguori

Cass. civ., sez. III, 10 novembre 2016 n. 22882.pdf

Responsabilità dell'avvocato

La responsabilità professionale dell’avvocato presuppone la prova del danno e del nesso causale tra condotta del professionista e pregiudizio del cliente.

Leggi dopo

Da reato a illecito civile: il giudice della impugnazione deve revocare le statuizioni civili

17 Novembre 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., sez. un., 29 settembre 2016 (dep. 7 novembre 2016), n. 46688

Illeciti civili sottoposti a sanzioni pecuniarie

In caso di sentenza di condanna relativa a un reato successivamente abrogato e qualificato come illecito civile, sottoposto a sanzione pecuniaria civile, ai sensi del d.lgs. 15 gennaio 2016, n. 7, il giudice della impugnazione nel dichiarare che il fatto non è più previsto dalla legge come reato, deve revocare anche i capi della sentenza che concernono gli interessi civili.

Leggi dopo

Il risarcimento è ridotto se la vittima dell'incidente stradale non allaccia le cinture di sicurezza

15 Novembre 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Responsabilità da circolazione di veicoli

In caso di sinistro stradale, il mancato uso delle cinture di sicurezza determina un concorso di colpa della danneggiata tale da comportare una riduzione della percentuale dell’intero danno patito.

Leggi dopo

Irragionevole durata del processo: in G.U. i modelli per l’equo indennizzo

14 Novembre 2016 | di Redazione Scientifica

Decr. Min. Giustizia, 28 ottobre 2016

Eccessiva durata del processo

Il decreto del Ministero della Giustizia dello scorso 28 ottobre, recante «approvazione dei modelli di dichiarazione da rilasciare da parte del creditore alla amministrazione debitrice di somme liquidate a titolo di equa riparazione per la violazione del termine ragionevole del processo ai sensi dell'articolo 5-sexies, legge 24 marzo 2001, n. 89 e successive modificazioni» è stato pubblicato sulla G.U. n. 258 del 4 novembre 2016.

Leggi dopo

Tamponamento per improvvisa immissione del veicolo nella corsia di marcia: nessun risarcimento se non si prova la repentinità della manovra

10 Novembre 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ., sez. III, 17 ottobre 2016 n. 20916

Responsabilità da circolazione di veicoli

Il conducente del veicolo deve essere in grado di garantire in ogni caso l’arresto tempestivo del mezzo, evitando collisioni con il veicolo che precede; l’avvenuto tamponamento pone a carico del conducente medesimo una presunzione “de facto” di inosservanza della distanza di sicurezza.

Leggi dopo

Pagine