News

News

Caduta sul marciapiede: se il dislivello era evidente, la colpa è del danneggiato

20 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Danno cagionato da cose in custodia

Se la situazione di possibile danno può essere prevista e superata mediante l'adozione di cautele attese e prevedibili in rapporto alle circostanze, deve considerarsi incidente l'efficienza causale del comportamento imprudente del danneggiato nel dinamismo causale del danno.

Leggi dopo

Il lucro cessante spetta ai figli della vittima di sinistro stradale anche se maggiorenni

19 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Danno emergente e lucro cessante

Il raggiungimento della maggiore età non può determinare la cessazione dell’obbligo di mantenimento dei figli qualora essi non abbiano la possibilità di lavorare incolpevolmente; tale obbligo deve permanere fino al raggiungimento della condizione di indipendenza economica.

Leggi dopo

Tagliando assicurativo falso: il danneggiato non è obbligato a citare l’assicurazione apparentemente titolare del contrassegno

14 Marzo 2019 | di Laura Biarella

Cass. civ.

Assicurazione obbligatoria per veicoli a motore e natanti

Il danneggiato di un sinistro stradale non deve necessariamente citare, in modo autonomo, l’assicurazione che appare titolare del contrassegno assicurativo, nel caso ove la prova della falsità, ovvero della mancata attribuibilità del tagliando assicurativo a tale assicurazione, emerga dagli atti del giudizio instaurato verso il Fondo vittime della strada, per essere stata, dallo stesso danneggiato, spontaneamente e preventivamente accertata.

Leggi dopo

Il Tribunale di Livorno liquida il danno da premorienza secondo le Tabelle milanesi edizione 2018

13 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Trib. Livorno

Tabella del Tribunale di Milano

Il Tribunale di Livorno aderisce alle indicazioni contenute nella Tabella milanese anno 2018 che ha stabilito, per la liquidazione del danno da premorienza, ossia del danno non patrimoniale in caso di decesso per causa diversa dalla lesione, l’adozione di un criterio basato sul valore monetario del risarcimento medio annuo, corrisposto ad ogni grado di invalidità permanente, calcolato sul rapporto tra la media del risarcimento e dell’aspettativa di vita.

Leggi dopo

Interpretazione del contratto assicurativo: prevale la comune intenzione delle parti al senso letterale

12 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Polizza assicurativa: contratto, forma, polizza all’ordine o al portatore

L'interpretazione del contratto assicurativo deve essere effettuata secondo la legge, tanto più che la prima delle norme ermeneutiche, ossia l’art. 1362, comma 1, c.c., prevede proprio il superamento della lettera se questa si distacca dalla comune intenzione delle parti, che si deve comunque ricercare.

Leggi dopo

Prescrizione dell’azione di risarcimento del danno da atto amministrativo illegittimo

11 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Prescrizione del diritto al risarcimento del danno

L’azione di risarcimento dei danni da atto amministrativo illegittimo è assoggettata al termine decennale dell’actio iudicati di cui all’art. 2953 c.c., che decorre dal passaggio in giudicato della sentenza amministrativa che abbia riconosciuto l’illegittimità dell’atto, a condizione che il danno sia direttamente riferibile a tale illegittimità.

Leggi dopo

Danno causato da animali selvatici: il presupposto per il risarcimento è l’allegazione della condotta omissiva della PA

08 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Danno cagionato da animali

La gestione della fauna assegnata alla Regione non comporta che qualunque danno cagionato da essa sia addebitabile all’ente preposto. Presupposto è l’allegazione , o quanto meno la specifica indicazione, di una condotta omissiva efficiente sul piano della presumibile sua ricollegabilità al danno ricevuto.

Leggi dopo

Caduta sulla scalinata del Duomo: la responsabilità è della Diocesi o del Comune?

07 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Danno cagionato da cose in custodia

La responsabilità da omessa custodia di un bene destinato all’attività di culto, anche se per consuetudine asservito a un uso pubblico, grava sul proprietario del bene e non sull’ente territoriale su cui insiste il bene, a meno che non sia dimostrata una detenzione o un potere di fatto dell’ente territoriale sulla cosa.

Leggi dopo

Limitazione della responsabilità risarcitoria del vettore: come superarla?

04 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Responsabilità contrattuale e/o extracontrattuale (in genere)

In caso di perdita del bagaglio durante un viaggio aereo, il passeggero, per superare la limitazione della responsabilità risarcitoria del vettore può rendere la speciale dichiarazione di interesse alla consegna a destinazione al momento dell’imbarco, oppure dimostrare il dolo o la colpa grave del vettore.

Leggi dopo

La compensatio lucri cum damno si applica anche in caso di risarcimento da sinistro stradale

01 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Danno differenziale

Il cumulo per il danneggiato dell’assegno di invalidità con l’intero risarcimento si tradurrebbe per il responsabile ed il suo assicuratore nell’obbligo di duplicare il risarcimento per il medesimo danno. Al danneggiato spetta invece il solo danno differenziale, ossia quello non coperto dall’indennizzo.

Leggi dopo

Pagine