News

News

La tardiva diagnosi e la quantificazione del danno differenziale: questioni aperte

27 Settembre 2016 | di Redazione Scientifica

Trib. Milano

Danno da ritardo diagnostico

Quando il ritardo diagnostico tumorale comporta dei danni al paziente e dipende dalla negligenze del medico radiologo, quest’ultimo e la casa di cura, presso cui opera, rispondono del risarcimento del danno non patrimoniale.

Leggi dopo

Opere pubbliche e danni a terzi: di chi è la giurisdizione?

19 Settembre 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ. Sez. Un., sent., 7 settembre 2016, n. 17673

Responsabilità della P.A.

Le Sezioni Unite della Cassazione hanno stabilito che il giudice ordinario è competente a conoscere dell’azione di risarcimento danni subiti da terzi a causa di lavori pubblici.

Leggi dopo

Ragionevole durata: il termine di sei anni vale solo se il processo conta tre gradi di giudizio

16 Settembre 2016 | di Redazione Scientifica

C. Cost., 8 settembre 2016 n. 208

Eccessiva durata del processo

l termine di sei anni come tempo limite di ragionevole durata del processo, indicato nell’art. 2, comma 2-ter l. n. 89/2001, si applica ai soli procedimenti che in concreto si siano svolti in tre gradi di giudizio.

Leggi dopo

Sezioni Unite: è nell’interesse della collettività nazionale la competenza esclusiva del G.A.

14 Settembre 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Responsabilità della P.A.

Per i diritti fondamentali tutelati dalla Costituzione, ivi compresi atti e comportamenti che violino le norme per la pianificazione e organizzazione del territorio ex artt. 2 e 34.1 d.lg. 80/1998, è nell’interesse dell’intera collettività nazionale la competenza esclusiva del giudice amministrativo.

Leggi dopo

Danno biologico di lieve entità. In G.U. l’aggiornamento annuale

12 Settembre 2016 | di Redazione Scientifica

Decr. Min. Sviluppo Economico, 19 luglio 2016, n. 102572

Liquidazione danno biologico per lesioni micro permanenti

Nella gazzetta Ufficiale n. 189 del 13 agosto 2016 è stato pubblicato il Decr. Ministero dello Sviluppo Economico recante l’aggiornamento annuale degli importi per il risarcimento del danno biologico di lieve entità.

Leggi dopo

Buca stradale e caduta rovinosa di un pedone: onere della prova su nesso di causa e pericolosità della cosa in custodia

09 Settembre 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Insidia, trabocchetto

Una volta accertata l’esistenza d’un nesso di causa tra la cosa in custodia ed il danno, è onere del custode provare la colpa esclusiva o concorrente del danneggiante.

Leggi dopo

Aggiudicatario non stipula contratto: da risarcire il danno emergente per il maggior onere dipeso dallo scorrimento della graduatoria

08 Settembre 2016 | di Redazione Scientifica

Cons. Stato

Responsabilità della P.A.

In caso di rifiuto a stipulare il contratto da parte dell’aggiudicatario, la stazione appaltante ha diritto al risarcimento del danno emergente conseguente ai maggiori oneri sopportati a seguito della stipula del contratto con il secondo classificato per effetto dello scorrimento della graduatoria.

Leggi dopo

Certificato di assicurazione: nessuna multa se si esibisce la copia digitale

07 Settembre 2016 | di Redazione Scientifica

Circ. Min. Interno, 1 settembre 2016, n. 300 .pdf

Assicurazione obbligatoria per veicoli a motore e natanti

Il Ministero dell’Interno ha emanato una circolare riguardante l’«esibizione del certificato di assicurazione ai sensi dell’art. 180, comma 1, lett. d) Cod. Strada. Provvedimento IVASS n. 41 del 22 dicembre 2015».

Leggi dopo

Assicurazione e surroga dell'Inail: indicazioni per il calcolo del differenziale

05 Settembre 2016 | di Valentina A. Papanice

Cass. civ.

Danno differenziale

In caso di azione di surrogazione da parte dell'ente assicuratore nei confronti del responsabile, il differenziale va calcolato tenendo presente che: quanto pagato a titolo di danno patrimoniale non può decurtare quanto ancora dovuto a titolo di biologico; il danno patrimoniale va risarcito - e dunque è consentita la surroga da parte dell'ente - solo se effettivamente patito; in tal caso il danneggiato dovrà essere risarcito integralmente del biologico e l'ente dovrà essere rimborsato del patrimoniale effettivamente causato, per il quale vi sarà surrogazione e dunque trasferimento del diritto di credito.

Leggi dopo

Attività medica d’equipe. L’errore dello specialista non esclude la responsabilità del chirurgo-capo

02 Settembre 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. pen.

Responsabilità penale dell'equipe medica

Con riferimento all’attività medico chirurgica di equipe, al dovere del chirurgo capo dell’equipe di controllo del conteggio dello strumentario operato dal collaboratore si accompagna l’obbligo di diligenza nel controllo del campo operatorio, onde prevenire la derelizione in esso di cose facenti parti di quello strumentario. La diligenza esigibile nell’esecuzione di tali compiti da parte del chirurgo capo va valutata alla luce delle particolari condizioni operative.

Leggi dopo

Pagine