News

News

Compagnie telefoniche e pagamenti a 28 giorni/8 settimane: vietati

05 Giugno 2018 | di Redazione Scientifica

Trib. Milano

Risarcimento del danno da violazione nel settore della concorrenza (antitrust)

Il Tribunale di Milano, Sez. XI Civ., all'esito di procedimento cautelare avviato da Associazione Movimento Consumatori, ha inibito l’uso, l’applicazione e gli effetti, nei contratti di telefonia fissa (o di altri servizi offerti in abbinamento alla telefonia fissa) stipulati con i consumatori, di clausole che prevedono rinnovi e pagamenti sulla base di 28 giorni/8 settimane, sussistendo il fumus che l’adozione e l’uso di tale periodicità, a far data dal 23 giugno 2017, leda il diritto dei consumatori di cui agli artt. 2, comma 2, lett. c),c-bis ed e) Codice del Consumo e 710 e 71 CEE, nonché costituisca una pratica commerciale scorretta, segnatamente ingannevole, vietata dall’art. 20 Codice del Consumo.

Leggi dopo

Risponde il proprietario dell’incendio cagionato dal cattivo uso della canna fumaria

05 Giugno 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Condominio e obbligo di custodia

Al condomino non spetta alcun diritto al rimborso per le spese sostenute per la conservazione della cosa comune ai sensi dell’art. 1134 c.c., ove l’esigenza di eseguire opere di riparazione trovi la sua causa in una specifica condotta illecita a lui attribuibile e, le opere così eseguite abbiano dato luogo ad una forma di risarcimento in forma specifica.

Leggi dopo

La legittimazione processuale dell'assicuratore nell'ATP ex art. 8 Legge Gelli

01 Giugno 2018 | di Filippo Martini

Trib. Verona,

Assicurazione delle aziende ospedaliere e del medico

Il Tribunale di Verona prende una chiara posizione in ordine ad uno dei profili processuali più controversi, complessi e dibattuti in dottrina. Il tema è legato all’efficacia dispositiva di due articoli, l’art. 8 e l’art. 12 l. Gelli ed attiene alla facoltà per la vittima di un errore sanitario di convenire nella procedura per ATP anche l’assicuratore del responsabile, ancorché oggi non sia entrata in vigore la norma (art.12) che consente l’azione diretta contro l’impresa garante. La soluzione del Tribunale è nel senso di privilegiare la funzione conciliativa e di celerità del rito che ispira l’intero impianto legislativo e quindi di ritenere ammissibile la vocatio dell’assicuratore nel procedimento, condizione di agire in sede giudiziale.

Leggi dopo

Lesione macro permanente della neonata e lesione della capacità lavorativa generica: risarcibile come danno alla salute

01 Giugno 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Capacità lavorativa generica e specifica

Sussiste la risarcibilità del danno patrimoniale soltanto qualora sia riscontrabile la eliminazione o la riduzione della capacità del danneggiato di produrre reddito, mentre il danno da lesione della cenestesi lavorativa non incide neanche sotto il profilo delle opportunità sul reddito della persona offesa e va liquidato in modo omnicomprensivo come danno alla salute.

Leggi dopo

Occupazione sine titulo: il danno conseguenza deve essere allegato e provato

31 Maggio 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Onere di allegazione e prova del danno patrimoniale e non patrimoniale

Nel caso di occupazione abusiva non è possibile ipotizzare un risarcimento derivante dalla mera occupazione: il danno conseguenza derivato dall’occupazione sine titulo dovrà essere allegato e provato.

Leggi dopo

Efficacia della sentenza penale di assoluzione nel giudizio civile di danno

30 Maggio 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Giudicato penale e risarcimento del danno

Il giudicato penale di assoluzione dell’imputato ha effetto preclusivo nel giudizio civile solo laddove contenga un effettivo e specifico accertamento della sussistenza del fatto o della partecipazione dell’imputato.

Leggi dopo

Assegno alterato o pagato a persona diversa dal prenditore: la responsabilità della banca negoziatrice non è “oggettiva”

28 Maggio 2018 | di Bissi Aldo

Cass. civ.

Responsabilità della banca

In tema di responsabilità della banca presso cui sia stato negoziato un assegno, bancario o circolare, non trasferibile, le Sezioni Unite manifestano apertamente di voler abbandonare il criterio della responsabilità oggettiva.

Leggi dopo

Come risarcire il danno da perdita della capacità di guadagno?

25 Maggio 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Risarcimento del danno patrimoniale

In caso di perdita della capacità di guadagno, il danno deve essere determinato, nel caso di lavoro dipendente, sulla base del reddito da lavoro maggiorato dei redditi esenti e delle detrazioni di legge, mentre per il lavoro autonomo avendo come riferimento il reddito netto più elevato tra quelli dichiari all’IRPEF negli ultimi tre anni.

Leggi dopo

Le Sezioni Unite sul risarcimento del danno patrimoniale patito dal familiare di persona deceduta: esclusa la compensatio con la pensione di reversibilità

24 Maggio 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Risarcimento del danno patrimoniale

Dal risarcimento del danno patrimoniale patito dal familiare di persona deceduta per colpa altrui non deve essere detratto il valore capitale della pensione di reversibilità accordata dall’INPS al familiare superstite in conseguenza della morte del congiunto.

Leggi dopo

Responsabilità medica e applicabilità della compensatio lucri cum damno secondo le Sezioni Unite

24 Maggio 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Responsabilità medica contrattuale e/o extracontrattuale

Il valore dell’indennità di accompagnamento che l’invalido ha ottenuto dall’INPS in conseguenza dei postumi derivanti da un caso di responsabilità medica, deve essere detratto dall’ammontare del danno subito.

Leggi dopo

Pagine