Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Unitarietà del danno non patrimoniale e oggetto del giudizio risarcitorio

05 Agosto 2014 | di Antonino Barletta

Risarcimento del danno non patrimoniale

Quali sono i limiti entro cui è possibile precisare o modificare la domanda risarcitoria avente ad oggetto il danno non patrimoniale?

Leggi dopo

Ius variandi e limiti della proposizione della domanda di risarcimento in luogo di quella originaria di adempimento del contratto

04 Agosto 2014 | di Antonino Barletta

Danno non patrimoniale da inadempimento contrattuale (in generale)

Entro quali limiti è possibile proporre, nel corso del processo, la domanda di risarcimento dei danni in luogo di quella originaria di adempimento del contratto?

Leggi dopo

Irrilevanza della estensione e dell’uso generalizzato della rete stradale ai fini della esclusione della a responsabilità dell’ente

28 Luglio 2014 | di Marco Moiraghi

Danno cagionato da cose in custodia

In tema di danni da cose in custodia, il danneggiato da caduta su platea stradale ascrivibile al demanio pubblico, è gravato dall’onere di aver adottato opportune misure preventive idonee a diminuire i rischi di incidenti? Cosa si intende per “comparative negligence”?

Leggi dopo

Poteri del giudice nel riconoscere il risarcimento per equivalente in luogo della reintegrazione in forma specifica

16 Luglio 2014 | di Antonino Barletta

Risarcimento del danno in forma specifica

Può il giudice riconoscere la tutela risarcitoria per equivalente ove sia richiesto solamente il risarcimento in forma specifica?

Leggi dopo

Mutamento della domanda di adempimento in domanda di risoluzione del contratto

20 Giugno 2014 | di Marco Moiraghi

Danno non patrimoniale da inadempimento contrattuale (in generale)

In ambito di contratto a prestazioni corrispettive, Tizio si risolve ad agire in giudizio per sentire condannare Caio all’adempimento degli obblighi originariamente assunti. Tuttavia, nel corso del giudizio, perdurando l’inadempimento del convenuto e avendo mutato interessi e convinzioni, Tizio si risolve a mutare domanda e a chiedere pertanto ex art. 1453, comma 2, c.c. la risoluzione del contratto. Oltre a domandare la restituzione della prestazione eseguita, Tizio può anche chiedere contestualmente e dunque nel medesimo processo, il risarcimento dei danni conseguiti alla cessazione degli effetti del regolamento negoziale?

Leggi dopo

Antieconomicità della riparazione del veicolo

13 Giugno 2014 | di Marco Moiraghi

Risarcimento del danno in forma specifica

In tema di risarcimento del danno subito da un veicolo a seguito di incidente stradale, la domanda avente ad oggetto la condanna della controparte al pagamento di una somma di denaro necessaria per effettuare la riparazione è qualificabile come domanda di risarcimento in forma specifica? In caso di notevole differenza tra il valore commerciale del veicolo incidentato ed il costo richiesto per eseguire le riparazioni necessarie, quale decisione andrà verosimilmente ad assumere il Giudice?

Leggi dopo

Richieste risarcitorie derivanti da danno da perdita del rapporto parentale

13 Giugno 2014 | di Marco Rodolfi

Danno da perdita del rapporto parentale

Muore persona di anni 18 in seguito a sinistro stradale, a distanza di due mesi e mezzo dall’incidente, lasciando due genitori conviventi rispettivamente di anni 45 la madre e di anni 50 il padre, nonché sei tra fratelli e sorelle dai 4 ai 24 anni, una sola sorella non convivente. Quali sono le richieste risarcitorie che possono avanzare a titolo di danno non patrimoniale gli eredi del de cuius?

Leggi dopo

Caratteristiche degli oneri probatori del paziente attore e del convenuto

13 Giugno 2014 | di Marco Moiraghi

Responsabilità del medico libero professionista

Nelle cause di responsabilità professionale medica, il paziente può limitarsi ad allegare un inadempimento o deve dedurre l’esistenza di una inadempienza astrattamente efficiente alla produzione del danno sia esso in termini di causa che di concausa? L’onere del convenuto di dimostrare l’inesistenza di una condotta improntata ad imperizia e negligenza sussiste anche laddove l’attore ha omesso di provare il contratto o contratto sociale e l’insorgenza o l’aggravamento della patologia?

Leggi dopo

Natura della responsabilità dell’amministrazione scolastica per violazione dell’obbligo di vigilanza

13 Giugno 2014 | di Marco Moiraghi

Responsabilità dei precettori

Il titolo della responsabilità del Ministero della pubblica istruzione, nel caso di alunni che subiscano danni durante il tempo in cui dovrebbero essere sorvegliati è contrattuale o extracontrattuale?

Leggi dopo

Caratteristiche dei gravi difetti di costruzione idonei a legittimare l’azione extracontrattuale

13 Giugno 2014 | di Marco Moiraghi

Rovina di edificio

Tra i gravi difetti di costruzione che a norma dell’art. 1669 c.c. legittimano l’esercizio dell’azione extracontrattuale nei confronti dell’appaltatore rientrano solo i vizi influenti sulla staticità dell’edificio o si può annoverare anche qualsiasi alterazione conseguente ad una insufficiente realizzazione dell’opera anche se non riguardante parti essenziali della stessa?

Leggi dopo

Pagine